Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO. Rimangono ancora alti i livelli di pm 10, ozono e biossido di azoto registrati nell’aria dalle centraline comunali posizionate in via Cairoli a Dolo, a fianco del municipio, e in via Brusaura, davanti alla sede della Protezione civile.   I dati, disponibili sul sito del Comune rivierasco, sono aggiornati fino al 4 giugno. Per quel che riguarda il mm 10 dall’inizio dell’anno ci sono stati a Sambruson 37 superamenti della media massima giornaliera (che non dovrebbero essere superata più di 35 volte in un anno solare), la media su anno civile è di 41,4 microgrammi per metrocubo contro i 40 fissati mentre il picco di rilevazione è stato registrato l’1 giugno con oltre 90 microgrammi per metro cubo. A Dolo la situazione vede 25 sforamenti della media massima giornaliera di pm 10 mentre la media su anno civile è di 41,9 microgrammi per metro cubo. Nelle rilevazioni sulla qualità dell’aria a Sambruson ci sono stati 71 superamenti della media massima giornaliera di ozono (limite annuale pari a 25 superamenti) con il picco che è stato registrato alle 20 del 28 maggio con 144,3 microgrammi per metro cubo.  A Dolo infine ci sono stati 41 superamenti di media massima giornaliera di ozono (picco alle 20 del 28 maggio con 140,6) mentre alta è la media su anno civile di biossido di azoto con 49,2 microgrammi per metro cubo contro il limite massimo fissato a 40.

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui