Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

VOLPAGO. Hanno portato le oltre duemila firme all’assessore regionale Giorgetti e gli hanno spiegato le ragioni per cui si oppongono a un elettrodotto ad alta tensione e a una sottostazione nel territorio di Volpago.  Volpago Ambiente aveva già consegnato le sottoscrizioni raccolte ai sindaci e al presidente della Provincia, ora sono arrivate anche a Venezia. «L’assessore Giorgetti ci ha ascoltato e ci ha detto che adesso approfondirà la questione», spiega Paola Tonellato, «assieme alle firme gli abbiamo portato anche una serie di studi».  All’assessore regionale Volpago Ambiente ha posto essenzialmente due questioni: serve effettivamente l’elettrodotto e, in caso affermativo, perché non farlo interrato lungo i corridoi autostradali? «Non si può continuare, se vogliamo tutelare il nostro territorio e quello degli altri non cominciare a chiedere con forza l’interramento. Se in Italia Terna lavorasse in regime di concorrenza e non di monopolio ci sarebbero sicuramente costi minori e tecnologie migliori. Ma la politica non si vuole battere per questo. Allora lo devono fare amministratori e cittadini insieme», spiega Paola Tonellato, «Il tema dell’interramento non può restare estraneo neanche ai sindaci degli undici comuni, che per fortuna lavorano insieme e insieme interloquiscono con la Regione Veneto nella persona dell’assessore Massimo Giorgetti, in quanto, se insieme si valuta quale può essere il miglior percorso di una infrastruttura, posto che sia fondata la necessità di realizzarla. Contestualmente ci si deve porre la domanda sulla migliore tecnologia da utilizzare al fine di tutelare veramente i territori».

(e.f.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui