Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARTELLAGO.

«Abbiamo fatto un’analisi critica sul consumo generale del territorio del nostro Comune. C’è un documento di disapprovazione su www.meetup.com/Grilli-Martellago/files: forse la Lega non se n’è accorta».

Risponde così il Movimento 5 Stelle di Martellago alle critiche avanzate nei giorni scorsi dal Carroccio, che aveva accusato i grillini di aver solo protestato senza fare proposte concrete sulla stesura del Piano d’assetto del territorio (Pat).

«Se la Lega ha apportato concrete modifiche», si legge in una nota del Movimento 5 Stelle, «allora non si riesce a capire come ci siano ancora ben 68 aree non agricole con alcuni casi clamorosi rimasti anche dopo il primo ricalcolo chiesto dalla Provincia. Senza contare, poi, che è stata ridefinita la superficie territoriale comunale, diminuita per poter mantenere l’indice di trasformabilità più alto e, quindi, con maggior consumo del suolo».

Poi nella nota si spiega quali sono le intenzione dei grillini sul Pat di Martellago:

«Ridurre in modo drastico la quantità di aree di nuova edificazione, tutelare e valorizzare la biodiversità e i beni culturali delle aree naturalistiche e agrarie».

 

(a.rag.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui