Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Elettrodotto «Coinvolte 60 famiglie»

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

23

ago

2012

Checchin: avviso pubblicato l’8 agosto

SPINEA – «Ci siamo sempre opposti al progetto del nuovo elettrodotto Terna, come si può verificare nei verbali delle conferenze dei servizi». Il sindaco Silvano Checchin chiarisce la propria posizione sull’intervento che coinvolgerà anche Spinea, attraversando i territori di Crea e Fornase per collegare la stazione di Malcontenta con la nuova sottostazione di Mirano. Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle ha alzato la voce: «Né Terna ne il Comune hanno informato adeguatamente i cittadini sul progetto: serve più trasparenza» ha scritto sulla pagina Facebook del Comune Massimo De Pieri, provocando immediatamente il vorticoso tam-tam. «Saranno coinvolte oltre sessanta famiglie, non con espropri ma atti di asservimento coattivo», dice Checchin. L’iter è iniziato nel 2005, ma i tempi sono lunghi e il progetto dovrebbe prender forma solo nel 2013. L’avviso è stato pubblicato l’8 agosto: data da cui decorrono i trenta giorni per presentare le osservazioni agli uffici di Terna. (G.Pip)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui