Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – A febbraio Unesco sbarca in laguna

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

31

ago

2012

ORGANIZZAZIONI – Ieri riunione preparatoria con i responsabili europei

Al centro i 25 anni dall’inserimento di Venezia tra i siti protetti

La conferenza internazionale dell’Unesco torna a Venezia, dopo essere stata annullata lo scorso novembre per un equivoco simil-diplomatico. Come si ricorderà, infatti, l’allora ministro Renato Brunetta si lamentò di non essere stato invitato e l’Unesco, per evitare discussioni, decise per l’annullamento. Il sindaco Giorgio Orsoni, però, ha lavorato per riportare l’evento in città e ieri si è svolta in Comune la prima riunione operativa per preparare al meglio la tre giorni che si dovrebbe svolgere in febbraio. L’incontro ha visto la presenza, oltre ai delegati europei dell’Unesco, del sindaco con il consigliere diplomatico Antonio Armellini, il capo di gabinetto Romano Morra e i rappresentanti della Fondazione musei, dell’Autorità portuale, del Magistrato alle Acque, della Fondazione di Venezia e della Fondazione Venezia 2000, delle Università e dell’Accademia.
«La città – ha commentato al termine il sindaco – intende partecipare con grande impegno a questo appuntamento, coinvolgendo tutte le realtà. L’appuntamento non è comunque mai stato cancellato, ma solo rinviato e oggi stiamo ripartendo.
Con l’occasione, la conferenza celebrerà insieme i 40 anni dell’Istituzione dei siti protetti dall’Unesco e i 25 anni dall’inserimento di Venezia e della sua laguna tra i luoghi patrimonio dell’umanità.
«Oltre a questi due focus – ha aggiunto Orsoni – ci saranno altre sessioni. Una sarà dedicata all’approfondimento della strategia dell’Unesco per gestire i siti protetti e poi una più specifica su Venezia, le trasformazioni della sua laguna e su cosa ci aspetta in futuro».
M.F.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui