Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARTELLAGO – Sono ancora sul piede di guerra i residenti di via Zigaraga, nella periferia di Maerne, che abitano a ridosso del Passante per l’inquinamento acustico prodotto dalle migliaia di mezzi, specie pesanti, che ogni giorno passano per l’autostrada. «Viviamo in un inferno continuo: sotto le finestre di casa ci passano decine di Tir al minuto, il rumore è assordante» lamenta Mosè Bragato, facendosi portavoce anche del malcontento di tutti i vicini. «Abbiamo fatto presente più volte ai responsabili del Passante e al Comune questi problemi che si strascinano da anni, ma è stato fatto poco o nulla» continua Bragato. I residenti chiedono di installare delle barriere fonoassorbenti più efficaci di quelle attuali, «quelle inclinate verso l’interno che trattengono di più i rumori», ma di mettere in campo anche altri interventi di mitigazione. «Dovrebbero piantumare più verde, in prossimità dell’autostrada hanno messo solo alcuni arboscelli, e magari realizzare delle dune di terra che hanno un’ottima funzione fonoassorbente – conclude Bragato – A ridosso delle cave Sic di Salzano le hanno realizzate: per proteggere le specie animali sì, e per gli uomini no?». (N.Der.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui