Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Una flotta per fermare le grandi navi

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

9

set

2012

LA CITTÀ FRAGILE

LA MANIFESTAZIONE – Domenica prossima alle 15 concentramento di centinaia di barche in punta della Dogana

Il corteo acqueo sarà la più imponente iniziativa per contestare il passaggio dei grattacieli del mare in bacino

TRE GIGANTI – Passeranno le Msc Musica e Opera e la Costa Favolosa

L’AFFONDO «Sono mostri che inquinano e danneggiano il centro storico. E Clini tace»

LA LOTTA  -Il comitato cerca il massimo numero di adesioni

Domenica 9 Settembre 2012, È partito il tam-tam su Internet per quella che dovrebbe essere la più imponente manifestazione contro le grandi navi che si sia mai vista a Venezia. Domenica prossima, infatti, la protesta si svolgerà sullo stesso “terreno” del “nemico”, cioè il canale della Giudecca, dove convergeranno le barche di chi aderirà alla manifestazione per “accompagnare” con striscioni, messaggi e slogan l’uscita dalla Marittima di tre fra le più grandi navi attualmente in circolazione: la Costa Favolosa (289 metri per 115mila 500 tonnellate di stazza) e le Msc Musica (294 metri per 90mila tonnellate) e Opera (251 metri 60mila tonnellate). Il giorno precedente, partirà con la Msc Divina, una crociera organizzata dal “Giornale” per i suoi lettori che avrà in qualità di ospite nientemeno che Silvio Berlusconi.

«Bisogna fermare questa corsa al gigantismo prima che sia troppo tardi per la città e per la laguna – attaccano dal Comitato No grandi navi – perché a fronte dei profitti delle compagnie armatrici e degli agenti in loco fa da contraltare un’incidenza di tumori alle vie respiratorie nella quale Venezia contende il primato a Taranto. Senza contare il fatto che ogni volta che ognuno di questi “mostri” si muove, porta via con sè 100mila metri cubi d’acqua e anche un po’ di fondale. Questo senza muovere onde in superficie».

Il fronte del no ai giganti del mare sta raccogliendo molti proseliti in Italia e nel mondo. L’ultimo, in ordine cronologico, è il presidente dei deputati del Pd alla Camera, Dario Franceschini, che il giorno della Storica non ha usato mezzi termini per definire le grandi navi. «Occorre prendere – aveva detto – un’iniziativa legislativa per passare le competenze al Comune anche sui canali navigabili. Navi così non possono passare a pochi metri dalla città».
Il corteo di barche si darà appuntamento alle 15 di domenica in punta della Dogana e lì attenderà le grandi navi in uscita per far arrivare forte la propria voce dissenziente.

«L’invito – affermano dal Comitato – è ovviamente aperto a tutti coloro che hanno a cuore il bene della nostra città e che ritengono sia necessario allontanare dalla laguna colossi che inquinano quanto 14mila automobili, che sgretolano il fondo della laguna e che contribuiscono a scaricare ogni giorno migliaia di turisti “mordi e fuggi”. Il ministro Clini ha detto che è impossibile togliere le grandi navi da Venezia. Ma impossibile per lui – concludono – è solo risparmiare ai suoi cittadini di respirare veleno, come a Taranto».

 

L’INIZIATIVA DE “IL GIORNALE”

E il giorno prima parte la Msc Divina con Silvio Berlusconi e tutti i suoi fans

Domenica 9 Settembre 2012, Per i suoi fans, che sono ancora molti, è sicuramente un’occasione da non perdere. Per i suoi detrattori, è probabilmente un motivo di manifestare contro le grandi navi anche se il corteo di protesta (vedi l’articolo sopra) si svolgerà il giorno successivo alla partenza. L’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sarà l’ospite d’onore della crociera organizzata da “Il Giornale” a bordo della nave Msc Divina. L’evento è diretto in principal modo ai lettori del quotidiano e ai simpatizzanti del Cavaliere, ma è ovviamente aperto a tutti con prezzi che vanno dai 980 euro di una cabina doppia interna ai 1.400 di una esterna con balcone. La nave, sulla quale saranno imbarcati anche il direttore Alessandro Sallusti e molte delle firme più prestigiose del suo quotidiano, ospiterà di fatto l’apertura in grande stile della campagna elettorale di Berlusconi. La crociera durerà una settimana durante la quale saranno toccati i porti della Croazia, della Grecia e della Turchia. Tra gli “iscritti” alla crociera, c’è chi spera di incontrarlo, chi di sentire le sue intenzioni rispetto alle prossime elezioni politiche. Ogni azione del Cavaliere è infatti destinata a segnare giocoforza un punto fermo nell’attività del centrodestra.
C’è chi vede in questo un parallelismo con la crociera partita da Genova nel 2000, 12 anni fa, quando si imbarcò sulla “Azzurra Libertà” assieme ai notabili di Forza Italia. Oggi, però, non ha più a disposizione un consenso indiscusso come allora e quindi il successo dell’iniziativa, nel senso di chi vi parteciperà e delle cose che verranno dette, è tutto da capire.
Il Comitato No grandi navi accoglie con freddezza l’iniziativa e lancia un segnale al Pdl veneziano. «Mi pare un segnale di disattenzione e di scarsa sensibilità dei suoi rappresentanti locali – commenta il portavoce del comitato, Silvio Testa – il non averlo avvisato che sulle crociere e le grandi navi la città è divisa».
M.F.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui