Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Stazione sbagliata, l’Sfmr si ferma

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 1 Comment

6

ott

2012

Le Ferrovie cancellano lo scalo della Gazzera: era troppo vicino a quello di via Olimpia

CAMBIO IN CORSA – Una “rete” tra Venezia, Padova e Treviso

L’Sfmr prevede una rete di stazioni tra Venezia, Padova, Treviso e Castelfranco, con fermate intermedie anche a Carpenedo e sul Terraglio.

CANTIERE CHIUSO – Devastato il parcheggio scambiatore della Giustizia

Sabato 6 Ottobre 2012, Dovevano essere pronte da oltre un anno, e di sicuro già attivate. Ma delle due stazioni dell’Sfmr, il Sistema ferroviario metropolitano regionale, della Gazzera e di via Olimpia, non c’è nemmeno l’ombra. Anzi, alla Gazzera il cantiere è fermo circa un anno, dopo aver devastato il parcheggio scambiatore di via della Montagnola ai piedi del cavalcavia della Giustizia. E tutto perché – a cantiere avviato – le Ferrovie si sono accorte che il progetto era sbagliato. Con due stazioni troppo vicine l’una all’altra.
«Operai? Non li vediamo da mesi, forse da più di un anno – dicono in via della Montagnola -. Quello che era un parcheggio con oltre 200 posti, nuovo di zecca con aiuole e marciapiedi con le mattonelle, sembra un terreno “bombardato” con scavi e buche ovunque. L’unica cosa che è rimasta è l’illuminazione accesa tutta la notte. Su un’area abbandonata». Flashback. Era il 25 settembre del 2009 quando Regione, Ferrovie e Comune davano il via, con tanto di cerimonia, al cantiere da 32 milioni di euro che in 930 giorni avrebbe dovuto sistemare – tra strade e ferrovie – l’intero nodo tra la Gazzera, la Castellana e via Olimpia. Le due stazioni dell’Sfmr, quella prevista alla Gazzera e quella di via Olimpia dovevano essere terminate in 23 mesi, anche se intanto sono già trascorsi tre anni. Lo scalo della Gazzera doveva essere realizzato tra le due linee ferroviarie, cioè tra quella per Treviso-Udine e l’altra per San Donà-Trieste.

Le Ferrovie si sarebbero però accorte che la distanza di un chilometro con la stazioncina di via Olimpia (questa sui binari della Venezia-Trieste) era insufficiente per una tratta dove correranno i “treni cadenzati”, cioè con una frequenza anche di soli 7 minuti l’uno dall’altro, come una metropolitana. Per capirsi, sarebbe bastato un treno un po’ in ritardo per mandare in tilt tutta la linea, ed è quantomeno strano che nessuno se ne fosse accorto prima.

Comunque sia andata, arriva così lo stop ai lavori: viene cancellata “mezza stazione” della Gazzera (che resterà così solo a servizio della linea per Udine), ed arretrata di circa 300 metri verso la Gazzera quella di via Olimpia, rendendola così raggiungibile a piedi anche da questa parte della città. Sembrerebbe una cosa semplice, ma questo cambio in corsa obbliga a chiedere una variante al progetto che risale ancora al 2005, ed ora sarà il Comune a dover sbrigare le pratiche per consentire la ripresa dei lavori per collegare il centro di Mestre e la Gazzera all’Sfmr. Per le stazioni, si ricomincia daccapo.

 

L’ASSESSORE CHISSO

«Ma dal giugno 2013 i treni partiranno lo stesso»

Sabato 6 Ottobre 2012, «Andiamo avanti. Per dicembre è difficile che ce la faremo, ma nel giugno 2013 partirà l’orario cadenzato dei treni dell’Sfmr».
Renato Chisso, assessore regionale alla Mobilità, non bloccherà l’avvio del Sistema ferroviario metropolitano, nonostanza la mancanza di due stazioni “strategiche” come quella della Gazzera e – ancor di più – quella del centro di Mestre. «Vorrà dire che faremo a meno delle fermate di Gazzera e via Olimpia – prosegue l’assessore -. Ma intanto, in attesa della realizzazione delle due stazioni, i treni correranno lo stesso». Chisso avrebbe voluto partire già fra due mesi, con il cambio dell’orario invernale, ma appare ormai praticamente certo che si dovrà attendere l’orario estivo 2013 per mettere finalmente in moto l’Sfmr. «Il cadenzamento delle corse? Bisognerà vedere il piano finanziario – risponde – e sui tempi di costruzione delle due nuove stazioni sono certo che recupereremo sui tempi».
E alla Gazzera attendono anche il completamento dei sottopassi ciclopedonali che diventeranno vitali per la zona stretta tra le due linee ferroviarie. «L’attenzione della Municipalità resta alta, anche per capire i particolari di questa variante per la stazione richiesta dalle Ferrovie – spiega Maurizio Enzo, presidente di Chirignago Zelarino -. Da anni ci battiamo per l’interconnessione tra gomma e rotaia per abbattere il problema del traffico, e non possiamo davvero permettere che si perda altro tempo». (f.fen.)

 

  1. 1 Comment

    • L says:

      Chi determina che la stazione principale dev’essere quella in via Olimpia rispetto a quella della Gazzera?
      Ricordo che la stazione di via Olimpia era finalizzata come area strategica in quanto a service per l’ospedale ora demolito e/o per a titolo di opere di urbanizzazione per un progetto di nuova edificabilità residenziale la quale sarà a regime probabilmente tra 10 anni.
      Eliminare la stazione della Gazzera vuol dire, oltre ad aver sperperato soldi NoPubblici ma dei cittadini di mestre con una demolizione di un parcheggio già realizzato, taglierebbe fuori un bacino di utenti del versante ovest dell’asse di collegamento da e per venezia attualmente assente, se poi mettiamo in analisi la metro che non prevede nessun tracciato per la gazzera.
      Invito caldamente chi ha potere decisionale a riguardo di rivedere la decisione dando priorità all’area Gazzera da sempre penalizzata dai passaggi al livello e priva di un servizio bus adeguato con un uso immediato della nuova stazione smfr tanto attesa lasciando l`opzione futura per quella in via Olimpia. Anche perchè farne una a metá strada preclude un servizio al 50%, per entrambe con l’impossibilità in futuro di realizzarne una puntuale per la reale vicinanza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui