Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – La Lega “espelle” il sindaco di Vedelago

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

26

ott

2012

IL CASO – Granello misterioso: «Comportamenti di Quaggiotto non in linea».

Clamorosa decisione del segretario della Lega. Giorgio Granello ha chiesto l’espulsione dal partito del sindaco di Vedelago Paolo Quaggiotto. Tecnicamente per ora si tratta di una “sospensione” ma questo è anche il gradino che precede l’espulsione. Ancora misteriosi i motivi dell’iniziativa del segretario che si è limitato a parlare «di comportamenti non conformi a quanto la Lega chiede ai suoi rappresentanti». Sicuramente gravi per giustificare il provvedimento.

VEDELAGO – Sorprendente decisione del segretario Granello: «Comportamento non conforme»

Quaggiotto sospeso dalla Lega

Il sindaco ad un passo dall’espulsione: l’iter è già stato avviato. Sconosciuta la causa del provvedimento

Un fulmine a ciel sereno: Paolo Quaggiotto sospeso dalla Lega e sul punto di essere espulso. La notizia è circolata ieri e ha trovato subito conferma nelle parole di Giorgio Granello, segretario provinciale: «Sì – dice il segretario – Paolo Quaggiotto da oggi (ieri ndr) non rappresenta più nel territorio la Lega Nord». Non si tratta ancora di un’espulsione vera e propria, ma di una sospensione che prelude però alla fuoriuscita dal partito. Ma la strada è quella: servono solo alcuni passaggi del tutto formali in direttivo provinciale».
Una mossa che non si aspettava nessuno e che a Vedelago ha sorpreso tutti, a cominciare dal segretario comunale Renzo Franco caduto dalle nuvole: «Non so niente», dice. Granello, dal canto suo, rimane vago sulle motivazioni alla base della sua decisione: «Quaggiotto non ha tenuto comportamenti conformi a quanto la Lega richiede ai suoi rappresentanti», si limita a precisare. Dichiarazione che vuole dire tutto e niente, ma che presuppone che sia successo qualcosa di poco chiaro. Le supposizioni si sprecano e più di qualcuno tira in ballo il caso Barcon, il voto del consiglio comunale che ha affondato la giunta e spaccato il Carroccio. Quaggiotto aveva detto che, in caso di voto contrario, si sarebbe dimesso. Non lo ha fatto e adesso arriva l’espulsione: sembra tutto correlato, ma potrebbe esserci dell’altro. Negli ultimi giorni ci sono stati molti incontri tra Granello e Quaggiotto: colloqui riservati, da cui non è trapelato nulla. Ma che avrebbero turbato non poco il sindaco. Poi l’accelerazione di ieri: il sindaco convocato da Granello e la comunicazione ufficiale del procedimento di espulsione. Una cosa gravissima: nella Lega non capita spesso. L’ultimo a essere espulso è stato il senatore Piergiorgio Stiffoni, travolto dallo scandalo Belsito e diamanti. Prima ancora, nella gestione Da Re, è toccato a un assessore di Zero Branco coinvolto in un caso di appalti e tangenti. Per Quaggiotto non c’è nulla di tutto questo all’orizzonte: ma la sua colpa pare non essere solo riconducibile alle critiche per le vicende di Barcon.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui