Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARTELLAGO – Pubblico delle grandi occasioni, ieri a Martellago presso la Banca S. Stefano, per il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, ospite di un convegno sulla Green Ecomomy promosso dai Rotary Noale. Parlando di economia verde, Clini è entrato nei principali ambiti d’azione del Governo. In primis le energie rinnovabili. «Gli incentivi non saranno più finalizzati al consumo finale ma a sostenere aziende che investano nel settore» ha detto, ricordando i prossimi Stati generali della Green Economy a Rimini. Sull’acqua ha annunciato un aumento delle tariffe: «per migliorare il servizio e ridurre gli sprechi bisogna pagarla, viceversa incrementiamo il mercato delle acque minerali». Clini ha continuato con l’impegno per ridurre il consumo di suolo «che passa per un recupero di quelli già usati», soffermandosi sui grandi siti industriali inquinati come Porto Marghera «su cui, consapevoli dei costi enormi delle bonifiche, stiamo promuovendo operazioni di gestione in sicurezza e reindustrializzazione pulita». Ultimo accenno ai rifiuti: «molti Comuni non sono riusciti a centrare il 55% di differenziata: dovremo cambiare la norma, ma sarà l’occasione per valorizzare le iniziative industriali».
N.Der.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui