Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mirano, Frazioni soffocate dal traffico

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

2

nov

2012

MIRANO – Il comitato “Viabilità sicura”: «Pericoli continui e inquinamento»

Vetrego e Scaltenigo chiedono interventi per mettere in sicurezza le strade

SMOG – Con il casello di Vetrego aumentato il traffico pesante

Assenza di una pista ciclabile, passaggi pedonali pericolosi, pesante inquinamento e preoccupazione per il progetto dell’elettrodotto Terna. Il comitato “Viabilità sicura”, uno dei più attivi e consistenti del territorio, nei giorni scorsi ha incontrato la Giunta Pavanello per rimarcare i problemi dell’area sud di Mirano, quella su cui si affaccia il casello autostradale.
Chiusa la questione della zona nord con la conferma dei sensi unici attorno all’ospedale, il dibattito sulla viabilità torna ad accendersi coinvolgendo le frazioni di Vetrego e Scaltenigo. Erano una cinquantina i cittadini che hanno partecipato alla riunione, molto sentita e con vari punti all’ordine del giorno. Innanzitutto l’assenza di una pista ciclabile sulla provinciale Scaltenigo-Mirano: i residenti la chiedono da vent’anni e il progetto venne inserito nell’elenco di opere complementari al Passante, ma ottenere i 19 milioni di euro promessi dalla Regione sembra diventata un’impresa ardua. Il tema della sicurezza sulle strade abbraccia poi un altro problema, quello degli attraversamenti per i pedoni. «Non ci sono strisce pedonali in strade molto trafficate come via Ballò, via Scaltenigo e via Caltana, davanti all’unico supermercato della zona – sottolineano i residenti -. E nelle altre dove ci sono, non sono segnalate adeguatamente: chiediamo illuminazione mirata ed eventuali dissuasori sopraelevati». Il dibattito si è poi focalizzato su un punto critico come la via Porara-Vetrego che conduce al casello autostradale. «La situazione è invivibile – sbotta il comitato -. Chiediamo un capillare controllo delle emissioni inquinanti con dati disponibili al pubblico e magari un divieto d’accesso ai mezzi pesanti». In chiusura si è parlato del progetto Terna: la prossima realizzazione di una sottostazione in via Taglio preoccupa non poco i miranesi, e la Giunta ha garantito che continuerà a sollecitare Terna affinchè la linea nasca interrata e non aerea. La partita è aperta ed entro fine anno ci saranno importanti sviluppi, ma i residenti sono già pronti ad alzare le barricate.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui