Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

FIESSO – Monta la protesta dei residenti per lo stato di degrado del cantiere: rifiuti ovunque

La situazione nell’area in cui dovrebbe sorgere la Città della Moda si fa sempre più pesante. Oltre al mancato completamento della rotatoria in via Piove a Fiesso, in queste settimane sta montando la protesta per lo stato di degrado in cui versa l’area del cantiere e quella immediatamente confinante. Rifiuti abbandonati, erbacce e topi sono i tre elementi che stanno facendo infuriare i residenti. E pure l’amministrazione comunale, che per quanto concerne l’area interna al cantiere avrebbe chiesto ai proponenti l’investimento di sistemarla quanto prima. Purtroppo a tempo i residenti devono fare i conti con l’inciviltà dell’abbandono sistematico dei rifiuti. Un «escamotage» dei soliti «furbetti» che tentano in tutti i modi di non pagare la tariffa d’igiene ambientale. O quantomeno pagarla non secondo il suo reale utilizzo. Così può capitare che alcuni giorni via Vecchia diventi una discarica a cielo aperto. Con l’abbandono di rifiuti anche pericolosi. E come sempre, dove ci sono rifiuti, l’arrivo di topi è immediato. Così diverse abitazioni sono diventate la meta preferita di questi roditori «mal sopportati». Della situazione è a conoscenza anche l’amministrazione comunale fiessese, che sta facendo il possibile per risolvere la questione una volta per tutte. «Già nei giorni scorsi- ha chiarito il sindaco Andrea Martellato- grazie anche all’intervento del mio vice, Flavio Zebellin, abbiamo sollecitato i proponenti l’investimento della Città della Moda di pulire l’area di loro competenza. Avendo più di una rassicurazione in tal senso». E rilancia: «Per quanto riguarda poi l’abbandono dei rifiuti nelle zone in prossimità del cantiere, stiamo studiando con la polizia locale dell’Unione se vi siano delle risorse disponibili per installare una telecamera a monitorare quanto accade in zona. Una deterrente, che può portare a qualche buon risultato». «Ma- rilancia Martellato- chiedo ai cittadini, anche nel più completo anonimato, di collaborare con noi per individuare questi incivili, magari scattando delle foto o recuperando il numero di targa di veicoli sospetti». L’amministrazione ha poi sollecitato anche Veritas perché invii in zona degli ispettori, che possano bloccare una volta per tutte i «furbetti della pattumiera».

Gianluigi Dal Corso

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui