Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Caorle, Niente camping in Brussa

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

8

nov

2012

CAORLE – Polemico il sindaco Striuli: «C’erano accordi diversi»

La Provincia boccia il maxiprogetto di villaggio a Valle Vecchia

Valle Vecchia: arriva il no del consiglio provinciale al villaggio turistico previsto dal Pat. È stato approvato martedì sera l’ordine del giorno “La Provincia preservi l’isola di Vallevecchia” presentato dal Gruppo consiliare misto. Il documento riguarda il progetto di espansione turistica a Brussa, a ridosso dell’area protetta di Valle Vecchia. Questo provvedimento è stato caldeggiato dal vicepresidente provinciale Mario Dalla Tor che ha così commentato il voto: «Ritengo sia giusto stralciare l’ipotesi del campeggio perchè il sistema spiagge oggi ha già un’offerta turistica ricca e variegata. Va quindi predisposto un intervento semplice e rispettoso dell’ambiente». Proprio i timori di una possibile urbanizzazione in prossimità di Vallevecchia avevano spinto in estate Legambiente ad una vibrata protesta, sfociata nell’assegnazione della bandiera nera di Goletta Verde all’ex giunta Sarto. Martedì in consiglio provinciale era presente, come consigliere Udc, uno degli assessori di quella giunta, Vanni Ferro, che ha votato contro l’ordine del giorno: «Si sta facendo una guerra a qualcosa che non esiste – afferma Ferro – Il Pat contiene solamente delle previsioni di sviluppo, spetta ai sindaci stabilire cosa effettivamente realizzare».
Lunedì prossimo, comunque, ci sarà la resa dei conti tra Dalla Tor ed il sindaco Luciano Striuli: i due si incontreranno proprio per discutere di Valle Vecchia. «Prendo atto – commenta Striuli – che persiste la volontà, senza prima ascoltare i cittadini di Caorle e le sue istituzioni, di stralciare la previsione sull’Ato 5 della Brussa, concordata, non piú tardi di due anni fa, tra il Comune, Provincia e Regione. Prendo atto che si continua a fare confusione tra Brussa e Valle Vecchia che sono ambiti territoriali ben distinti. Mi riservo di rendere dichiarazioni dopo aver letto il contenuto della mozione che la Provincia non mi ha ancora inviato. Ribadisco che non è questo il modo di affrontare la questione, che invece avrebbe dovuto essere concertata con il Comune di Caorle mentre invece la Provincia si sta arrogando il diritto di decidere in via esclusiva».

Riccardo Coppo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui