Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MERCOLEDI’ 14 Novembre 2012 – Sciopero Generale Europeo

Posted by Opzione Zero in Appuntamenti | 0 Comments

12

nov

2012

BASTA CON LE POLITICHE DI AUSTERITA’

BASTA CON LO STRAPOTERE DELLE BANCHE E DELLA FINANZA

14 NOVEMBRE

SCIOPERO GENERALE EUROPEO

PER COSTRUIRE UN’ALTRA EUROPA DEMOCRATICA E SOLIDALE

CHE METTA AL PRIMO POSTO DIRITTI, OCCUPAZIONE E AMBIENTE

La Confederazione Europea dei Sindacati (CES) ha indetto per mercoledì 14 novembre uno sciopero generale in tutta Europa.

In Italia lo sciopero è indetto da CGIL, COBAS e sindacati di base. Si fermano fabbriche, trasporti, scuola, pubblico impiego (intera giornata), …..

Da Firenze, dove si è appena concluso il Social Forum Europeo Firenze 10+10, tutti i movimenti sociali rispondono con un appello ancora più forte: convergere tutti sullo sciopero del 14 novembre per una grande mobilitazione unitaria in tutta Europa

Attacco ai diritti civili e del lavoro, disoccupazione e precarizzazione, distruzione del sistema pubblico sanitario e della scuola, smantellamento del sistema pensionistico, grandi opere inutili e devastanti che risucchiano miliardi di euro dalle tasche dei cittadini, mercificazione dei beni comuni e della natura…

…”per fare fronte alla crisi e risanare il debito”, dicono tutti insieme Governi, Banche e partiti che li sostengono. E allora si impongono ancora nuovi sacrifici sempre e solo a chi ha già pagato.

Ma sono proprio le politiche di austerity a provocare la recessione: il debito cresce così come la disoccupazione, così come continuano a crescere le spese militari (127 milioni di euro per ciascuno dei 90 aerei F35) e le spese per le grandi e devastanti opere come il TAV (20 miliardi di euro stimati).

Intanto i salari scendono così come i consumi, e sempre più persone vengono spinte verso la povertà e l’abbandono. Ad arricchirsi sempre di più sono invece i soliti noti.

Uscire dalla crisi si può

ma bisogna rimettere al primo posto lavoro, diritti, democrazia e ambiente

Costruire un’altra Europa si può, ma bisogna unire le forze

14 NOVEMBRE TUTTI IN PIAZZA PER FARE STRIKE!!!

manifestazioni Mestre:
– dalle ore 08.30 rampa cavalcavia Mestre (angolo via Torino), corteo indetto da CGIL
– dalle ore 09.00 via Palazzo corteo indetto da studenti medi e universitari, insieme a lavoratori della scuola e movimenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui