Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Marghera. Comune, nuovo no ai rifiuti di Alles

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

13

nov

2012

Solo il Pdl ha votato contro la mozione con la quale il Consiglio comunale ieri ha detto un nuovo no all’ampliamento dell’impianto Alles per il trattamento di rifiuti. Il resto delle opposizioni ha votato a favore del testo proposto da “In Comune” e fatto proprio dall’intera maggioranza.

Il Consiglio, dunque, chiede alla Giunta regionale di non recepire il parere positivo che la Commissione Via ha dato lo scorso settembre e di negare qualsiasi autorizzazione, inoltre impegna il sindaco e la Giunta comunale a contrastare in ogni sede, a partire dal ricorso alla Giustizia amministrativa, la realizzazione di tale progetto.

La seduta del Consiglio è cominciata con gli ambientalisti che, in silenzio, hanno srotolato un grande striscione con una foto di bidoni di rifiuti e la scritta «Mantovani giù le mani dalla rinascita di Marghera e dalla nostra salute». L’impresa Mantovani è proprietaria di Alles, l’impianto che fino a qualche anno fa era partecipato anche da Veritas e che attualmente tratta parte dei fanghi scavati nei canali industriali di Marghera, con una ventina di dipendenti.
Ieri mattina in Commissione Ambiente si è discusso a lungo del progetto approvato dalla commissione Via, ridotto nelle dimensioni rispetto a quello originario: attualmente Alles ha l’autorizzazione per trattare 16 tipologie di rifiuti (in base ai codici Cer), nessuna per rifiuti tossico nocivi; chiedeva di ottenere 113 autorizzazioni anche per rifiuti pericolosi, la Via ha concesso 70 tipologie delle quali 24 per tossico nocivi:

«In buona sostanza se la Giunta regionale dovesse approvare il progetto, l’impianto di Fusina che oggi tratta 726 quintali di fanghi al giorno, domani potrà trattarne il 250% in più» diceva ieri pomeriggio Beppe Caccia di “In Comune”: «Una quantità mostruosa con rifiuti da ogni parte d’Italia, che vanificherebbe tutti gli sforzi di riqualificare la zona industriale, aprendo invece la strada per trasformarla in una pattumiera».

L’assessore all’Ambiente Gianfranco Bettin ha ricordato quand’era piccolo: i medici dicevano ai bimbi di Marghera che fumavano 20 sigarette al giorno e loro si sentivano importanti. In realtà non fumavano sigarette ma era come se lo facessero vista la quantità di veleni che respiravano. Oggi non è più così e «nessuno vuole più tornare indietro».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui