Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MUSILE. Alta Velocità: riparte il confronto tra i sindaci e il commissionario Mainardi, dopo il voto della commissione ambiente della Camera che ha bocciato forse definitivamente il tracciato litoraneo. A Roma nei giorni scorsi sono state approvate due diverse risoluzioni: una presentata dai parlamentari leghisti Manuela Lanzarin e Gianluca Forcolin, l’altra da Rodolfo Viola e Simonetta Rubinato (Pd). Entrambe impegnano il governo ad attivarsi per fermare definitivamente l’iter della Valutazione d’impatto ambientale per il percorso litoraneo, tuttora in corso presso il ministero dell’Ambiente. Per questa settimana è già in agenda un nuovo incontro tra il commissario Mainardi e i sindaci che lo hanno richiesto. «Incontreremo Mainardi e gli renderemo conto anche di questo lavoro fatto dai parlamentari in modo da sostenere il suo mandato», commenta Forcolin, «Ora Mainardi può contare su un input maggiore, anche da parte del Parlamento, per chiedere di bloccare l’iter della Valutazione d’impatto ambientale, così da non sprecare più soldi per carotaggi e studi professionali, e andare avanti sul potenziamento della linea storica. (g.mon.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui