Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Tribuna di Treviso – Amianto, ambientalisti a Venezia

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

21

nov

2012

Discarica Terra, i commissari della Via hanno ascoltato le motivazioni del no

PAESE. In un’ora e mezza hanno provato a distruggere il progetto della discarica di amianto di via Baldrocco. Ieri mattina alle 13.30 la commissione Via regionale ha dato la parola a chi da mesi lotta contro la richiesta presentata dal gruppo Mosole. Hanno esposto i motivi della loro contrarietà Mario Zanardo di Paeseambiente, Gianni Pellizzari per Legambiente Trevignano, Ettore Canniello, presidente del consiglio d’istituto delle scuole di Paese, Morena Durigon, maestra dell’asilo Giuggiolo, Valerio Parisotto di Legambiente, Valerio Mardegan, consigliere comunale di opposizione, e Vigilio Piccolotto, assessore all’ambiente. Un muro dunque che va dalla Lega Nord alla sinistra, passando per ambientalisti e società civile. Hanno avuto circa un ora e mezza per esporre al presidente della via Silvano Vernizzi e agli altri commissari i motivi della loro contrarietà formalizzati attraverso 47 osservazioni.

Molti i punti di criticità sottolineati, dalla vicinanza con scuole e impianti sportivi, dal rischio di dispersione delle fibre cancerogene dell’amianto, dal caos che genererebbero i trasporti del materiale, alla necessità di un’assicurazione per la responsabilità civile su eventuali danni, fino al fatto, da non sottovalutare, che Paese ospitata 11 discariche, un territorio che già molto sta patendo in termine di tutela ambientale.

I commissari ieri avevano il solo compito di ascoltare. Ora dovranno analizzare le osservazioni una per una, controdedurre, ed eventualmente chiedere integrazioni ai progettisti. Il progetto prevede il conferimento nella discarica Terra di via Baldrocco tra Porcellengo e Castagnole di 460 mila metri cubi di amianto, trasportati da circa 45 mila camion che circoleranno per dieci anni sulle strade del territorio comunale di Paese. Un affare da tre 3 milioni e 300 mila euro per il gruppo Mosole che, in caso di assenso, inizierebbe a conferire l’amianto nel 2018. proseguire.

Federico Cipolla

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui