Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Autostrada piu’ cara “Un salasso per Mira”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

27

nov

2012

Mozione urgente in consiglio di Bonetto

PROTESTA – Adeguamento della tariffa autostradale Padova-Villabona contro i «furbetti»: è polemica aperta a Mira

Adeguamento della tariffa autostradale Padova-Villabona contro i «furbetti»: «una vera stangata per i residenti dei Comuni della Riviera, Mira compresa». L’annuncio di Cav, la società che gestisce il Passante e l’autostrada Padova Venezia, che da gennaio la tratta Padova – Mestre verrà uniformata a 2,90 centesimi anziché 70 centesimi come era la tratta Mirano – Padova, ha suscitato non poche polemiche in Riviera del Brenta. Da anni si parla di liberalizzare il tratto Padova – Mestre per alleggerire il traffico lungo l’ex Statale 11 – Padana e questo rientrava anche negli accordi tra Comuni, Provincia, Regione e Cav per la realizzazione del Passante. L’aumento ora suona di beffa. «Una misura – tuona Alessio Bonetto capogruppo della civica Noi per Mira – che rappresenterebbe una colossale ingiustizia e comporterebbe un aggravio economico ingiustificato (una vera e propria stangata) per i residenti dei comuni della Riviera del Brenta e del Miranese, che utilizzano il casello di Vetrego per andare dalle e alle proprie abitazioni. Un salasso – puntualizza il capogruppo – soprattutto per quelli di Mira, Mirano e Dolo che non hanno alternative possibili». Bonetto ha presentato una mozione urgente da discutere anche questa sera martedì in consiglio comunale. «Spero – dice Bonetto – che il sindaco si attivi con i vari Comuni e le altre istituzioni, presso gli enti preposti per bloccare in tutti i modi questa misura e individuare delle alternative perchè si tratta di tariffe inique e non dovute».
Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui