Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

(d.gh.) Ca’ Corner ribadisce il proprio no al progetto di Alles, nonostante la riduzione delle tipologie di rifiuti e fanghi pericolosi da trattare, decisa dalla azienda del gruppo Mantovani – Baita e nonostante il parere favorevole della commissione regionale Via. L’ordine del giorno “Contrarietà al progetto Alles”, presentato dalla consigliera di Rifondazione comunista Elena Carradori, dopo il passaggio in quinta commissione, è stato votato ieri all’unanimità dal consiglio provinciale. «Il parere positivo espresso dalla commissione regionale Via – ha affermato Carradori – va nella direzione opposta rispetto a quelli formulati dalla Provincia e dal Comune che hanno dichiarato l’incompatibilità ambientale e urbanistica dl progetto Alles». «Marghera non deve diventare la “scoassera” d’Italia – ha ribadito il consigliere Pdl, Pietro Bortoluzzi – siamo favorevoli all’ottimizzazione della gestione dei rifiuti ma non si possono avvallare simili progetti quando non c’è chiarezza sui programmi di riqualificazione dell’intera area». Il consiglio pertanto impegna la Presidente della Provincia e la Giunta ad attivare un’interlocuzione con il Comune di Venezia, in prospettiva della costituzione della Città Metropolitana, con l’intento di produrre una efficace linea di azione comune per la salvaguardia del territorio e della salute pubblica ed a contrastare in ogni sede, a partire dal Tar, la realizzazione del potenziamento dell’impianto di ricondizionamento di rifiuti speciali anche pericolosi di Alles.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui