Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Rotte degli aerei. Marcon protesta.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

29

nov

2012

MARCON. «Aerei sopra la frazione di Gaggio, sia di giorno che di notte». Tra le questioni affrontate lunedì sera durante il consiglio comunale, anche quella relativa all’impatto acustico e ambientale dell’aeroporto Marco Polo. Nello specifico, è stata discussa l’interpellanza dei consiglieri comunali grillini, Fabio Caburlotto e Francesca Gottardi, che hanno segnalato il problema.

«Dall’inizio di quest’anno gli aerei, sia in decollo che in arrivo», si leggeva, «hanno cambiato rotta e sorvolano ora la frazione di Gaggio dirottando poi sopra la zona Aev, passando quasi in continuazione, a distanza ravvicinata sui tetti delle abitazioni. Una situazione che sta creando notevole disagio, a causa dei rumori aumentati sia in frequenza che in intensità sopra le abitazioni interessate dalla nuova rotta». «Si tratta», ha spiegato il sindaco, Andrea Follini, «di problemi che non sono stati mai segnalati finora e di cui non ho riscontro. Non ho mai sentito questo genere di lamentela, ma mi sono reso disponibile ad incontrare gli abitanti per capire e, in caso servisse, a confrontarmi con Enac». Prosegue: «Ciò invece di cui ho riscontro, sono le segnalazioni relative agli elicotteri di Agustawestland in prova, che effettivamente passano sopra Marcon».

Causando dei disagi ai residenti.

Oltre alle mozioni e interpellanze del consigliere di Italia dei Valori, Francesco Tarricone, è stato poi approvato l’assestamento di bilancio. Il Comune ha estinto mutui per 120 mila euro sulla scorta della Spending Review, che invitava le amministrazioni locali a tagliare oppure decidere di estinguere mutui accesi con la cassa depositi e prestiti. Marcon ne ha estinto ben 31, alcuni risalivano addirittura agli anni Sessanta. L’assestamento invece, ha dovuto tener conto del taglio di 400 mila euro circa piombato tra capo e collo al Comune tra il 26 ottobre e il 6 novembre. L’amministrazione è stata costretta, suo malgrado, a limare ogni settore di 10-15 mila euro, lasciando a parte il sociale. Ciò è stato possibile grazie alla maggiorazione di introiti pervenuti da contravvenzioni commerciali, 20 mila euro in più di sanzioni, 150 mila euro di recupero evasione calcolata su aree residenziali. E’ stata infine rinnovata fino al 2017 la convenzione della segreteria comune fra Marcon e Salzano, una sinergia che consente un risparmio annuo di 23 mila euro.

Marta Artico

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui