Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Da Mira una “class action” contro l’aumento delle tariffe dell’autostrada Padova-Mestre e l’invito a Cav e Regione a sospendere ogni provvedimento. Acceso il dibattito l’altra sera in Consiglio comunale a Mira sull’adeguamento delle tariffe autostradali da Padova a Villabona uniformate a 2,70 euro anziché i 70 centesimi per la tratta su Vetrego. Molti gli interventi sulla mozione proposta dal capogruppo di “Noi per Mira” Alessio Bonetto, oltre a quelli del sindaco Alvise Maniero e dell’assessore Luciano Claut, sono intervenuti i consiglieri del Pd Gabriele Bolzoni, Maurizio Barberini e Fabio Zaccarin, ma anche Alex Biasiolo e Andrea Pesce per il Movimento 5 Stelle.
Il capogruppo di “Mira Fuori del Comune” Mattia Donadel ha evidenziato che l’arretramento della barriera a Vetrego non viene fatto «perché si intende far arrivare lì la Roma-Orte-Mestre», e perché nell’accordo di programma su Veneto City è previsto un nuovo casello ad Albarea, funzionale al mega intervento, che costerebbe 28 milioni di euro. La mozione, approvata all’unanimità, impegna il sindaco ad attivarsi in accordo con gli altri colleghi di Riviera e Miranese per bloccare l’aumento, ma chiede anche il completamento della liberalizzazione dell’autostrada da Padova a Villabona, operazione che alleggerirebbe il traffico lungo la Riviera del Brenta.
Chiesta a gran voce dai consiglieri di maggioranza e opposizione di Mira anche l’eliminazione del casello di Villabona e l’invito al sindaco di organizzare un incontro, insieme con i colleghi, con la Cav, la società che gestisce Passante e Autostrada Pd-Ve, e l’assessore regionale alla Mobilità Renato Chisso per bloccare l’adeguamento ed evitare un salasso che andrebbe a gravare soprattutto sui residenti di Mira, Riviera del Brenta e Miranese.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui