Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Paese. Discarica di amianto: “Inacettabile”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

14

dic

2012

LA PROTESTA – Il sindaco Pietrobon tuona contro il progetto del gruppo Mosole

PAESE – (M.F.) «Inaccettabile». Così il sindaco Pietrobon torna a bocciare il progetto che il gruppo Mosole ha presentato in Regione per poter sotterrare altri 460 mila metri cubi di rifiuti contenenti amianto nella discarica Terra, tra Castagnole e Porcellengo.

«Non siamo una pattumiera – sottolinea – la contrarietà del Comune è nota da tempo: ci siamo già attivati con la Regione e ora lo stiamo facendo con Provincia».

Perché è proprio il Sant’Artemio, dove oggi gli ambientalisti consegneranno oltre 7.363 firme contro il progetto di Mosole, il primo ente chiamato a esprimersi con una delibera del Consiglio.

«In una nota inviata alla commissione regionale per la valutazione di impatto ambientale abbiamo già detto che il nostro no è giustificato da valutazioni oggettive – chiude il sindaco – relative alla situazione del nostro territorio in cui negli anni sono state realizzate ben 29 cave e in 13 di queste altrettante discariche, alcune a rischio di inquinamento della falda, per un totale di 3 milioni di metri cubi di rifiuti smaltiti dagli anni ’80 ad oggi. Se si ragiona sul nodo dello smaltimento dei rifiuti pericolosi deve valere il principio di una equa distribuzione dei sacrifici sul territorio. Ed è evidente che la situazione di Paese è già satura».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui