Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE. Si torna di parlare di Cosmo oggi a Noale, con il sindaco Michele Celeghin che si è detto disponibile a incontrare i comitati Noale Ambiente e Ambiente Sicuro per discutere dell’ampliamento dell’azienda di via Mestrina. Al tavolo sono stati invitati pure i rappresentanti della stessa Cosmo, un tecnico della commissione di Valutazione d’impatto ambientale (Via) e l’assessore all’Ambiente di Noale Renato Damiani. Ma Noale Ambiente chiede che al faccia a faccia ci siano anche tutti i cittadini. Una condizione che il suo rappresentate Alberto Pesce ritiene fondamentale perché si apra il dialogo.

«Altrimenti», spiega, «saremo costretti a declinare l’invito. Crediamo che l’informazione sullo stato d’attuazione del progetto, si debbano coinvolgere i residenti di Noale e Salzano. E la legge dice che ci debba essere la partecipazione pubblica».

Noale, infatti, ha detto sì in commissione Via al progetto presentato dalla Cosmo per lo stoccaggio dei rifiuti, mettendo però una serie di prescrizioni, tra cui il no all’amianto. E dopo le ultime assemblee pubbliche prima a Noale e poi a Robegano, i cittadini chiedono garanzie e di ripensarci. (a.rag.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui