Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Spinea, Pat bocciato dal M5S

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

20

dic

2012

SPINEA – De Pieri: morte certa per le attività del centro

«Cementificherà la zona a ridosso della stazione»

Ha appena ricevuto la firma ufficiale ed è già sotto il fuoco delle polemiche. Non cessa di far discutere il nuovo Piano per l’assetto del territorio di Spinea, il Pat sottoscritto nei giorni scorsi dall’assessore Provinciale Mario Dalla Tor e dal sindaco di Spinea Silvano Checchin.
A tenere alta l’attenzione sul nuovo Piano è il Movimento 5 Stelle di Spinea, che già lo scorso anno aveva raccolto circa 800 osservazioni di cittadini e associazioni criticandone l’eccessiva superficie agricola edificabile.

«L’hanno approvato giusto in tempo per sottoscrivere gli impegni relativi al Piano Norma 22 e garantire nuovi e pesanti diritti edificatori, che porteranno una nuova colata di cemento su Spinea – attacca Massimo De Pieri del Movimento 5 Stelle – L’approvazione del Piano Norma 22 consentirà di costruire migliaia di metri quadri di superfici commerciali (4.500 mq, oltre a 5.000 mq di uffici e “alberghi”, 250 nuovi alloggi ed una piscina) a ridosso della stazione ferroviaria, decretando la morte certa per ogni attività commerciale del centro e l’inutilità di qualunque progetto di riqualificazione della piazza. A cosa serve preoccuparsi dei parcheggi a pagamento – conclude De Pieri – quando i commercianti del centro non avranno più clienti da far parcheggiare?».

A De Pieri replica l’assessore alle Attività produttive Gianpier Chinellato. «È ovvio che un aumento della superficie commerciale, comporti un conseguente aumento anche della concorrenza – spiega l’assessore – Ma appena avremo in mano il progetto definitivo, contatteremo tutte le categorie e la consulta delle attività produttive e incontreremo i commercianti per studiare le soluzioni migliori. Di certo è un Piano di assetto mediato e migliorato rispetto a quello precedente, con una consistente diminuzione della superficie edificabile».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui