Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

ALTA VELOCITÀ IN VENETO

VENEZIA – Il presidente del Veneto Luca Zaia vede in Veneto il rischio che «la Tav diventi un cadavere eccellente per questo territorio». Secondo il governatore quello del trasporto ferroviario è un tema sul quale bisogna «rimboccarsi le maniche». «Il recupero del 60% di capacità ferroviaria non utilizzata per incrementare il traffico e la capacità – ha detto Zaia – è possibile e permetterebbe già di per sé un raddoppio della capacità. Questa sarebbe inoltre una strategia che permetterebbe di preparare la “culla per il neonato” Tav, con la possibilità di raggiungere gradualmente l’obiettivo».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui