Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE. Anche Noale si adeguerà ai cassonetti a calotta, così come già avvenuto in altri comuni del Miranese. Il cambio di sistema di raccolta differenziata è programmato per febbraio 2013, con l’obiettivo di migliorare l’attuale percentuale attorno al 55 per cento. Ma in questi mesi, altri territori hanno fatto meglio, vedi Martellago e Santa Maria di Sala, che sono riusciti a superare il 70 per cento, con punte di raccolte anche del 75 per cento. In oltre, questo consentirà di evitare gli utenti di altre zone di gettare l’immondizia nei cassonetti noalesi. Dunque anche la città dei Tempesta ha deciso di cambiare rotta e lo farà in due momenti; il primo, a partire da febbraio, riguarderà Briana, Cappelletta e Moniego, nella seconda parte dell’anno ci si allargherà anche al centro storico di Noale. Da tutto questo ne resterà fuori tutta via San Dono, dove il Comune, d’accordo con Veritas, applicherà il “porta a porta”.

La scelta deriva da un problema di logistica, poiché c’è poca visibilità dalle strade laterali. Per cambiare le abitudini dei noalesi, ci si comporterà com’è stato fatto altrove. In pratica, i cassonetti del rifiuto secco saranno sostituiti con quelli a calotta e, per aprirli, servirà una chiavetta personalizzata, che non servirà a rilevare i conteggi di ciascun utente. Anche gli altri contenitori saranno cambiati, creando una sorta di oasi ecologica. Questo permetterà di avere una maggiore selezione dei tipi di spazzatura da gettare, con minori conferimenti di vetro, plastica, vetro, lattine e cartoni. «L’obiettivo è aumentare la percentuale di raccolta», dice l’assessore all’Ambiente Renato Damiani, «e per spiegare il cambio di sistema, già nei primi giorni di gennaio faremo delle riunioni informative».

Alessandro Ragazzo

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui