Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Pedemontana, la Spa veneta vuole 7,5 milioni

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

16

gen

2013

Scontro sul progetto. La società che ha promosso il project contro la Sis. Dogliani non vuol pagare e il conto arriva in Regione

VENEZIA. Il consorzio Sis, concessionario della Pedemontana Veneta, risponde picche e Pedemontana Veneta Spa presenta il conto a Regione Veneto e alla struttura del commissario straordinario Silvano Vernizzi. Sulla Pedemontana si tornano ad affilare le armi. In ballo ci sono un progetto da 7,5 milioni non pagato, la realizzazione di un’infrastruttura da oltre due miliardi e un (nuovo) contenzioso sulla superstrada a pagamento destinata a collegare la provincia di Treviso con quella di Vicenza.

I fatti. Pedemontana Veneta Spa (società che vede A4 Holding, Autostrade per l’Italia, Impregilo e Autovie Venete tra i principali azionisti) dopo aver perso la gara per la realizzazione in project financing della superstrada (vinta dalla torinese Sis, presieduta da Domenico Dogliani) è in fase di liquidazione. A occuparsi della procedura è Silvano Pedretti, assessore al Bilancio del Comune di Brescia. Il quale, prima di tirare una riga sulla società che ha promosso il project Pedemontana, ha preso carta e penna chiedendo a Regione e commissario il rimborso dei 7,5 milioni sostenuti per la realizzazione del progetto stesso. Nonostante la sconfitta, infatti, Pedemontana Veneta Spa è “proprietaria” del progetto che Sis è stata chiamata a realizzare e gestire. Scendendo sul tecnico, il promotore (Pedemontana Veneta Spa) ha il diritto di vedersi riconosciuti i costi per la progettazione dal concessionario (Sis). Evidentemente qualora promotore e concessionario non siano la stessa società. E così è.

La richiesta. Pedretti, in nome e per conto dei soci di Pedemontana Veneta Spa, ha chiesto 7,5 milioni a Sis. La quale, però, ha risposto picche. Va ricordato che le due società hanno animato un lungo contenzioso sull’aggiudicazione del project e che i rapporti, in virtù di questo, non sono propriamente cordiali. Tra le ragioni del no pare esserci la tempistica della richiesta, arrivata al termine del contenzioso. Sta di fatto che Pedemontana Veneta Spa vuole (legittimamente) quei soldi. E sentendosi dire di no da Dogliani ha presentato il conto a Regione e commissario. A palazzo Balbi la società partecipata dalla Brescia-Padova ha chiesto di escutere la fideiussione relativa ai costi di progettazione. La Regione ha obiettato che la competenza è del commissario straordinario e che l’escussione è possibile solo in caso di fallimento di Sis.

La lettera. Così ieri Pedemontana Veneta Spa ha chiesto al commissario il pagamento entro dieci giorni della somma dovuta. Vernizzi, a quanto pare, risponderà a sua volta picche. La rivalsa, dovrebbe essere la posizione, deve avere Sis come obiettivo. Il contenzioso è assicurato, ma non è escluso che Pedemontana Veneta Spa presenti un decreto ingiuntivo nei confronti della Regione e che, allo stesso tempo, diffidi la Regione a utilizzare un progetto non pagato. Sullo sfondo i dubbi sulla solidità finanziaria di Sis. In questi giorni, però, il consorzio ha presentato al commissario il piano economico finanziario. «Lo stiamo valutando e io vado avanti» sottolinea Vernizzi. «Il 4 febbraio consegneremo a Sis il secondo lotto». La palla passa agli avvocati.

Matteo Marian

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui