Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Il Comitato Opzione Zero interviene sulla pericolosità della statale Romea alla luce dell’ennesimo grave incidente verificatosi sabato scorso a Campagna Lupia: un’arteria che, secondo l’Aci è la strada più pericolosa d’Italia con una media di 1,70 incidenti a chilometro.

«La pericolosità della Ss 309 Romea viene dalla logica speculativa che sta alla base delle scelte politiche di questa Regione – sostengono Rebecca Rovoletto e Lisa Causin, portavoci di Opzione Zero -. Il disegno strategico regionale in materia di mobilità sta erodendo, bloccando e distogliendo risorse che dovrebbero servire proprio per rispondere alle numerose emergenze, prima fra tutte quella della sicurezza dei cittadini».

Per il Comitato:

«La soluzione è sotto agli occhi e a portata di mano: gli utili di Cav vengano utilizzati per la messa in sicurezza della Romea, per la manutenzione delle strade esistenti e per la realizzazione concreta del Sfmr, il sistema ferroviario metropolitano che da 15 anni attende di essere messo in funzione. E venga subito dirottato il traffico pesante sulla rete autostradale esistente, a partire dalla A13. Tutto questo può essere realizzato in tempi rapidi e con una spesa limitata. Se così non sarà diventa chiaro l’intento di Anas e Regione di mantenere irresponsabilmente tale situazione di pericolo per giustificare la costruzione della Romea commerciale».

(L.Per)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui