Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

SCORZÈ-MARTELLAGO Previsti due anni di lavoro e interventi per 64 milioni

Primi pali di fondazione del viadotto da 575 metri a scavalco sull’autostrada

PASSANTE, NUOVO CASELLO ENTRO IL 2014

Partiti i lavori per il Martellago-Scorzè

Operai al lavoro nel cantiere per il nuovo casello di Martellago-Scorzè. Se tutto fila liscio sarà pronto entro il 2014. Costerà 64 milioni.

Iniziati a pieno ritmo i lavori del casello del Passante di Martellago-Scorzè, nel sito a cavallo del Dese al confine tra i due comuni: se tutto fila liscio sarà aperto entro il 2014.
La Passante di Mestre spa è già partita da alcuni mesi con le operazioni preliminari come la bonifica bellica, l’acquisizione delle aree e la predisposizione dei cantieri. Dalla settimana scorsa però l’intervento è entrato nel vivo e gli operai hanno cominciato a piantare nel terreno i pali di fondazione dei piloni che sosterranno il viadotto di 575 metri, su 14 luci e alto 14 metri sul piano campagna: la grande opera di scavalco dell’autostrada collegherà i due piazzali del doppio casello, a diamante rovesciato, con due accessi ciascuno, che serviranno due direzioni, uno a est e uno a ovest del fiume.
Il progetto prevede poi varie opere di mitigazione e compensazione concertate coi sindaci, come il bosco di diversi ettari per proteggere l’abitato di Cappella, e di tutela idraulica data la delicatezza idrogeologica dell’area, ma soprattutto diverse opere complementari della nuova viabilità di adduzione.
In particolare, saranno realizzate una bretella a ovest che si innesterà in via Boschi a Martellago e collegherà la barriera con la variante alla 515; una circonvallazione nord di 5,5 chilometri che dal casello sfocerà sulla Castellana al confine est di Martellago, bypassandone il centro, e intersecherà con rotatorie le strade locali (via Cà Nove, San Paolo, Morosini, Ponte Nuovo e Castellana); infine, aggiunta dell’ultima ora rispetto al progetto iniziale, una «complanarina» che collegherà la Moglianese al casello costeggiano il Passante. Un pacchetto di interventi che costeranno 64 milioni e richiederanno due anni di lavori: casello e relativa viabilità dovrebbero essere pronti per autunno-fine 2014.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui