Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mirano. Privilege Card. Obiettivo pedaggi

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 1 Comment

1

feb

2013

INCONTRO CON CAV

La “Privilege Card” potrebbe essere utilizzata al casello per ridurre le tariffe ai pendolari.

Il Comune incontrerà Cav

MIRANO La nuova tessera riservata ai residenti punta agli sconti in autostrada coinvolgendo Dolo e Mirano

IN DISTRIBUZIONE DA MARZO  «Così si promuove il commercio locale»

La “Privilege Card” punta a promuovere il commercio locale offrendo agevolazioni ai residenti. La nuova tessera sarà in distribuzione da marzo.

Nuova Privilege Card in arrivo per i miranesi, ma il progetto punta a coinvolgere anche la Riviera del Brenta con Mira e Dolo.        La tessera, lanciata cinque anni fa dall’associazione “Mirano Al Pozzo”, è dotata di banda magnetica ed è stata distribuita gratuitamente a tutti i residenti maggiorenni. La funzione principale con cui è stata pensata è quella di destinare ai cittadini sconti e altre agevolazioni in molte attività commerciali locali. Lo scorso 31 dicembre le tessere in vigore sono scadute, e nelle prossime settimane saranno stampate oltre diciottomila nuove card e saranno distribuite in marzo a Mirano e frazioni. Ma il progetto non si ferma affatto qui:

«Questa tessera sarebbe lo strumento ideale per prevedere degli sconti sulle tariffe autostradali per i pendolari»

annuncia Giorgio Pesce, promotore dell’iniziativa. Da qui, dunque, è nata l’idea di estendere il progetto pure alla Riviera:

«Abbiamo già avuto dei contatti con le amministrazioni di Dolo e Mira, pure alcuni comitati della Riviera hanno espresso interesse»

prosegue lo stesso Pesce. Ipotesi fattibile o progetto destinato a rimanere tale? A stabilirlo saranno i vertici della concessionaria autostradale Cav che nelle prossime settimane incontreranno proprio i sindaci di Mirano, Mira e Dolo.
Se per l’aspetto autostradale bisognerà dunque attendere almeno fine febbraio, la macchina organizzativa si è già messa in mondo dal punto di vista commerciale: i negozi convenzionati attualmente sono oltre 120, ma si punta ad arrivare almeno al doppio. Stampa e distribuzione saranno finanziate dai partner commerciali, e dunque il progetto è a costo zero per il Comune. «È un’iniziativa positiva che serve a fidelizzare la clientela e radicarla nel Miranese» commenta il presidente dell’Ascom locale Ennio Gallo, ieri alla presentazione della tessera valida per il quinquennio 2013-2018. Sulla stessa linea l’assessore al Commercio Anna Maria Tomaello: «Mirano è un grande centro commerciale all’aperto. Ben vengano queste agevolazioni e bisogna fare di tutte per difendere le attività commerciali locali».

 

  1. 1 Comment

    • fabio says:

      Per quanto riguarda l’iniziativa del comune di mirano, a regalare “la Privilege Card” per sostenere il commercio interno, e cercare di allargare alla riviera il tutto mi sembra una buona iniziativa, ma fine a se stessa. Per quanto riguarda il problema Villabona Dolo- Vetrego, l’autostrada DEVE essere libera, per accordi già sottoscritti dai vari enti, come ho già detto e scritto fin dal 2009, ad oggi questa liberalizzazione serve ai comuni della Riviera e del Miranese per liberarsi dal traffico interno ed a pianificare le proprie Città a dimensione umana. Se i sindaci di Mira, Dolo, Mirano andranno a trattare la diminuzione della tariffa per i propri cittadini, di fatto avalleranno CAV nel non liberalizzare l’Autostrada.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui