Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

LO SCHERZO

DOLO – Una ventina di cartelli stradali che riportavano la dicitura “Veneto City” o “Fraz.ne di Veneto City” sono apparsi ieri mattina a Dolo e di Pianiga. I cartelli sono stati posizionati con delle stringe di plastica all’altezza dei principali incroci. L’azione goliardica, in pieno stile carnevalesco, ha mandato su tutte le furie i sindaci dei due paesi, accusati di aver “spianato la strada” al mega insediamento. Questo blitz sul tema di Veneto City è il secondo dopo la creazione, nel dicembre 2011, dell’albero di natale con le foto di Veneto City e della maggioranza di centrodestra, nel giardino davanti al municipio di Dolo. Dopo la scoperta dei cartelli stradali di “Veneto City” sono stati inviati i vigili che li hanno tolti in un paio d’ore. Nel frattempo è stato deciso di visionare le immagini delle telecamere dislocate lungo le principali arterie del territorio per capire chi sono stati gli autori di questo gesto. Alla fine anche il sindaco di Dolo, la leghista, Maddalena Gottardo, ha dovuto fare buon viso. «Complimenti a queste persone perché hanno realizzato dei cartelli stradali di ottima fattura. Li conserveremo con cura nel magazzino comunale e ci torneranno utili per indicare la corretta direzione quando l’insediamento sarà pronto».

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui