Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mira, “Stop alla colata di cemento”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

23

feb

2013

MIRA – Il Piano Norma 6 prevede 350 alloggi e altri parcheggi per la stazione

La maggioranza vuole rivedere la maxi-lottizzazione tra Oriago e Borbiago

CONDOMINI E VILLETTE – L’area della stazione di Oriago attorno alla quale verrebbe realizzato il nuovo quartiere residenziale

«Il Piano Norma 6 tra Oriago e Borbiago va ridimensionato». Questo quanto ha deciso venerdì sera la maggioranza del Movimento 5 Stelle, in un Consiglio comunale ormai abbandonato dalle opposizioni contro il comportamento del sindaco sulla vicenda dell’assessore Agnoletto, nell’approvare il parere alla VAS, la Valutazione Ambientale Strategica.
Il problema era stato sollevato dal consigliere del Pd Gabriele Bolzoni nei giorni scorsi, preoccupato che un piano di grande impatto ambientale, pensato in tempi remoti e non più sostenibile, potesse passare sotto silenzio. L’iter del Piano Norma, legato alla Sfrm, è stato avviato nel 2004, e prevede la realizzazione di 300 posti auto in funzione della stazione ferroviaria di Oriago sulla linea Mestre-Adria, ma soprattutto la realizzazione di circa 350 alloggi tra condomini e villette per un totale di 60 mila metri cubi di cemento in una zona completamente agricola tra via Monte Sommo e via Valdarno, sulla bretella Oriago – Borbiago, fino alla stazione ferroviaria di Oriago.

«Allora c’era un interesse pubblico – spiega l’assessore all’Urbanistica di Mira Luciano Claut – che è venuto meno anche con la realizzazione del parcheggio a Porta Ovest. Nella delibera esprimiamo alla Regione un parere di carattere ambientale che ne chiede il ridimensionamento per il pesante impatto che avrebbe sotto il profilo paesaggistico e urbanistico, oltre che ambientale».

Anche il presidente della terza commissione Andrea Pesce ha chiesto che ogni variazione al Piano Norma 6 venga monitorata dalla commissione. Duro invece intervento della consigliere dei “cinquestelle” Elisa Boscaro, che ha sottolineato come il piano di cementificazione dell’area sia stato formulato sotto la legislatura dell’allora sindaco Roberto Marcato e implementato dalla giunta di Michele Carpinetti. Intervento che però non ha trovato risposta, poiché le minoranza Pd e Pdl erano uscite dall’aula per protesta ben prima della discussione.

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui