Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Un consiglio comunale aperto per discutere del futuro dell’ospedale.
Lo chiedono i consiglieri di opposizione Rosalia Tassetto di Sel, Pascale de Falco, Denis Compagno e Danilo Ferrari di «Civica Camponogara» e Pasquale Chirico di «Camponogara civica con Chirico». Le opposizioni sono preoccupate del futuro dell’Ulss 13 e chiedono che gli assessori e i dirigenti competenti rendano conto delle future scelte che coinvolgeranno l’aziend a ospedaliera.

«Chiediamo che il Consiglio Comunale sia aperto, con possibilità di interventi da parte della cittadinanza. Inoltre riteniamo utile che a tale consiglio sia invitata la conferenza dei sindaci, il direttore generale dell’Ulss 13, l’assessore regionale alla sanità ed il presidente della quinta commissione regionale»,

dicono concordemente i consiglieri.
Secondo l’opposizione la situazione ora si è attualmente aggravata per i tagli dovuti alla spending review. Per questo motivo si ritiene che le schede ospedaliere ridisegnino completamente le strutture ospedaliere esistenti.

«Prima che queste vengano ufficialmente rese pubbliche, ed in attesa dell’emanazione schede territoriali, riteniamo quindi necessario ed urgente un confronto sulle nuove proposte in discussione», dicono i consiglieri».

Emaneule Compagno

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui