Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

TOMBELLE. Domani alle 21 in patronato si terrà un’assemblea pubblica promossa dai comitati e rivolta ai proprietari di terreni ma anche a chi abita in prossimità del tracciato del nuovo elettrodotto Dolo – Camin. «In questi giorni è stato affisso all’albo pretorio dei Comuni un avviso di Terna che individua alcune proprietà soggette a vincolo per la costruzione della nuova linea elettrica», dice Adone Doni «inoltre l’ufficiale giudiziario sta notificando ai proprietari individuati il decreto di occupazione d’urgenza con determinazione dell’indennità provvisoria di asservimento». I Comitati sono contro questo provvedimento. «Terna ha attivato la procedura malgrado il Consiglio di Stato non si sia ancora pronunciato sui due appelli con i quali si chiede l’interramento dell’elettrodotto. Nella serata sarà fornita un’ampia informativa su quanto previsto dalla legge». Sull’elettrodotto interviene anche il comitato Opzione Zero. «Terna non considera l’interramento», spiegano le portavoci Lisa Causin e Rebecca Rovoletto, «che porterebbe zero impatto sul paesaggio e la notevole riduzione d’inquinamento ambientale». (g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui