Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Il Movimento 5 Stelle apre la battaglia contro “lavori inutili e cemento” Nel mirino Romea commerciale, Camionabile, Polo logistico e Veneto City

MIRA.

«Le grandi opere? Per carità meglio curare l’esistente che investire denaro ed energie in opere iperboliche che non hanno alcun significato se non quello distruggere il territorio. Faremo di tutto anche grazie all’azione dei nostri parlamentari a Roma, per bloccare interventi come: la Romea Commerciale, Veneto City, la Camionabile, il Polo Logistico».

A dirlo senza tanti giri di parole è Luciano Claut l’assessore grillino all’Urbanistica del comune di Mira. E in Riviera molti politici impallidiscono.

Claut è chiaro:

«Il Movimento 5 Stelle sta e starà dalla parte dei cittadini e dell’ambiente. Opere come il Polo Logistico, che la passata giunta non aveva contrastato appieno a Mira sono una vera e propria follia. Sulla Romea commerciale diciamo no. Serve solo mettere in sicurezza l’esistente e lo promettono da 40 anni senza farlo. La camionabile sarebbe solo un’altra superstrada a pedaggio. Insomma questa logica delle grandi opere intesa in quel modo è morta e sepolta. Gli amministratori locali che ancora la perseguono se ne devono fare una ragione».

Alessandro Abbadir

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui