Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

BASTA PRENDERCI IN GIRO !!!

CAV vuole farci pagare i debiti del Passante, senza ottemperare alla prescrizione che impone l’arretramento della barriera di Villabona a Dolo (Roncoduro)

APPUNTAMENTO PER TUTTI ALLA

ASSEMBLEA PUBBLICA CITTADINA

Martedì 19 marzo ore 18.30 presso

Centro Civico Scaltenigo di Mirano, via Ballò 1

(ex scuola elementare G. Carducci)

Per decidere assieme:

mobilitazioni

class action

denunce

PARTECIPATE E DIFFONDETE !!!

— — —

Comitato Opzione Zero

  1. 13 Comments

    • Giordano says:

      Sono assolutamente concorde con la mobilitazione, sono un pendolare che viene da Montecchio a Mestre tutti i giorni.
      Se fossero stati rispettati gli accordi non sarei costretto anch’io a fare il tornello per risparmiare 4,80 € al giorno (sarebbero 100 € al mese di stipendio in meno). La mia soluzione è rendere autostradale il tratto di tangenziale da Dolo con un corretto computo delle competenze come il resto della tratta autostradale. Non è giusto che dopo essere stati in coda per anni per uscire dalla barriera adesso ci accolliamo anche i costi, per non parlare dei mestrini che si sono respirati anni di smog, giustamente non se lo devono respirare nemmeno gli abitanti dei comuni limitrofi al casello. E la regione dov’è il Governatore Zaia cosa fa?…
      Spero di poter partecipare all’assemblea pubblica, farò comunque opera di diffusione.

      • Giovanna says:

        E’ come sempre una vergogna!!! Dobbiamo sempre sborsare dalle nostre tasche!! Il lavoro non possiamo sceglierlo sotto casa ma siamo costretti ad andare dove lo troviamo e questa è già una fortuna ma se poi dobbiamo dar mezzo stipendio per pedaggi e benzina!!! non sopporto più questa situazione, ogni giorno mirano padova est minimo un’ora di percorrenza dovuto alla mega coda!!! che qualcuno ci aiuti e sveli i nomi di tutti quelli che hanno preso le mazzette come mantovani!!!

    • Francesco says:

      Martedì ci sarà anche qualcuno di CAV ?
      Sono un mestrino che da 13 anni fa il pendolare tra VE e PD, tutti i giorni …
      La questione è semplicissima.
      Non vedo perchè dovrei pagare a CAV più di quello che pagavo prima del passante. Erano 1,8 euro; oggi posso accettare di pagarne 2 (causa dell’inflazione), ma quando mi viene detto che devo pagarne 3,2 e che forse mi fanno lo sconto a 2,5 o 2,7, evidente che CAV ci prende in giro.
      Non pagherò mai un passante che non adopero, ne trovo giusto intasare il “tornello” per poter sopravvivere.
      Ci rendete conto che se non li facciamo ragionare questo comporterà che usciremo tutti ad Oriago per rientare a Spinea, o uscire a Dolo e proseguire per PD lungo la viabilità normale ? Sarà il caos ! Stimo poi moltissimo chi in questi giorni civilmente si sbatte a Vetrego, e non mi importa di fare tardi o dover tirar dritto se la coda è lunga.
      L’importante che TUTTI i pendolari facciano squadra, chiedendo TUTTI di pagare quello che si pagava prima del passante. Chi non lo usa NON LO DEVE PAGARE.

      • paolo says:

        Infatti…anche io sono un pendolare della tratta mestre padova e quindi spendo ogni giorno col tornello 1,6. Con le nuove tariffe che propongono loro farò: andata esco a dolo e proseguo per viabilità ordinaria ritorno sto sul passante esco a spinea poi vado ad oriago e torno in autostrada costo totale 1,5 per quello ho già proposto 1,8 me pd e 1,5 dolo pd nel qual caso farei me pd senza tornello ..Aggiungo che fare il tornello due volte al giorno sono 5 km in più (non pare ma è così ) se ne vanno di carburante ..nessuno farebbe più il tornello

    • Paolo says:

      Il sistema Italia non funziona … in altri paesi con 100€ ti fai l’abbonamento annuale per correre in tutto il territorio nazionale … qui con 130€ vai avanti un mese per usare 25km di strada … no comment … pazzesco … incredibile … Io vengo da Mestre ed il passante manco lo utilizzo … pazzesco … ma sti quà hanno la faccia come il fondoscienza cavoli …

    • Alessandro says:

      Dato che ci stanno continuamente prendendo in giro …. da ignorante in materia chiedo….non si può bloccare la Mestre – Padova ad oltranza ? e non solo la rotonda di Vetrego ?

      Chiudiamo l’autostrada …mettiamo tutti con le spalle al muro finché non si risolve qualcosa ? Io sarei il primo a farlo….

    • Valentina says:

      ….e perchè non si può fare a meno di prendere l’autostrada finchè non viene presa una decisione che può andare bene per tutti?
      Non costa niente e forse può creare più caos di qualsiasi manifestazione! Boicottiamo l’autostrada!!!!!!

    • paolo says:

      scusate scrivo l’ultima ..insomma appare chiaro che i pendolari mestre padova o viceversa non sono di certo disposti ad andare oltre i 2 euro (al massimo, meglio se un euro e mezzo) per la tratta intera speriamo che cav tenga presente i ns commenti.. e comunque come qualcuno scrive si può anche boicottare il pezzo di autostrada a pagamento.

    • Francesco says:

      Ognuno deve pagare quello che pagava prima del passante, se non lo adopera. Punto e basta.
      E’ilconcetto più semplice che praticamente nessuno propone.
      Pagare di meno no, vuol dire approfittarsene e passare dalla parte del torto. A meno che vogliamo pensare che siano delle anime candide.
      Di più, significa arrricchire CAV, che ricordiamocel, sta tentando spudoratamente di lucrare e farsi pagare il passante proprio da chi 2 o più volte al giorno fa su e giù tra PD e VE senza adoperarlo…..

    • Blukap says:

      Se i pendolari della tratta Mestre Padova e viceversa utilizzassero i regionali dell FFSS cosa succederebbe?! e se in alternativa tutti percorressero anziché l’autostrada la Riviera del Brenta che succederebbe?! Ci si è dimenticati di cosa è accaduto quando l’autostrada è stata chiusa x incidente?! Tutta la viabilità è andata in tilt, con disagi anche ai residenti. Più di qualsiasi manifestazione o protesta basterebbe secondo me mettere in atto queste due forme di trasferimento, forse a che per 1 giorno. Si arriverebbe tardi a lavoro?! Meglio perdere 1-2 gg di ferie che ingrassare il CAV

    • Egle says:

      Abbiamo sopportato tangenziale, passante,ora un aumento sproporzionato ai km di percorrenza. ma il casello non doveva essere spostato in modo la liberalizzare l’ultimo tratto di autostrada?
      Queste erano le condizioni quando è stato fatto il passante e questo si fare. Dov’è la regione? la provincia? tutti zitti.

    • Pietro says:

      Aggiungo a quel che si è già detto solo che non vi sono alternative all’autostrada: la metropolitana regionale mi pare sia ancora sulla carta, la viabilità ordinaria è del tutto inadeguata al volume di traffico (basti vedere cosa succede quando si blocca l’autostrada!), per le ferrovie basta vedere le proteste che generano e i bus sono troppo pochi per tutti quelli che fanno i pendolari sulla teratta Padova Mestre e viceversa (orari a parte).
      Sarei del parere anch’io di organizzare qualche giorno di boicottaggio collettivo. Il costo del passante va spalmato su tutta la tratta Milano Trieste perchè è a quella che serve.

      • luca says:

        concordo. Sono un pendolare della Padova Mestre, credo di aver provato tutte le alternative possibili ma in questo momento (quindi anche per i prossimi 20 anni) l’autostrada è purtroppo l’unica possibilità per andare da Padova a Mestre

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui