Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO. «Chiedo che il comune di Dolo aderisca alla manifestazione del 23 marzo indetta dai comuni della Val Susa». La proposta arriva da Giorgio Gei del gruppo “Ponte del Dolo” che ha inviato formale richiesta al sindaco Maddalena Gottardo. L’iniziativa è promossa dai 22 comuni della Val Susa che avevano scritto all’Anci e ai comuni italiani chiedendo l’adesione alla loro manifestazione sottolineando 5 priorità per il nuovo governo:

ripensamento sulle grandi opere pubbliche, revisione o annullamento del patto di stabilità interno, rimodulazione dell’Imu, ridefinizione del gettito ai comuni e attivazione di politiche di sviluppo del lavoro. «Ritengo che le indicazioni che provengono dai comuni della Val Susa» sostiene Gei, «siano condivisibili anche da Dolo e che la ferma volontà di queste amministrazioni di sforzarsi da anni di incanalare in un ambito istituzionale la protesta dei cittadini vada premiata dando un segnale di adesione o meglio ancora di partecipazione. I punti sottoposti all’attenzione del futuro governo e la richiesta di rivedere l’ordine di priorità delle scelte sono questioni che abbiamo spesso discusso e frequentemente condiviso anche a Dolo».

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui