Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

LA MOBILITAZIONE

CASTELFRANCO – (mcer) Tra qualche settimana, l’area comunale tra via Sile e via Lovara sarà messa nuovamente all’asta. Lo scorso novembre la vendita, per la quale alla fine non erano arrivate offerte, aveva scatenato una vera e propria mobilitazione di cittadini contrari al ventilato insediamento di una cartiera. L’amministrazione entro aprile dovrebbe ripetere l’asta e il timore dei contrari al progetto è che si ripresenti la stessa ditta interessata all’acquisto qualche mese fa. Tanto che ora scatta nuovamente la mobilitazione. Il comitato “No Ecomostro”, costituito proprio per contrastare il progetto, ha iniziato nuovamente a riunirsi. Tra le varie iniziative, una punta ad avviare un’azione legale in collaborazione con alcuni cittadini confinanti con l’area per accertare se la variante al piano regolatore con cui si è trasformata l’area in completamente industriale fosse legittima. Se ne parla anche nella pagina Facebook dello stesso comitato, dove si accenna anche all’avvio di una raccolta fondi per le spese legali. A breve saranno organizzati altri incontri di carattere informativo: gli attivisti vogliono arrivare preparati, con un’altra azione di protesta da far scattare quando l’asta, per oltre 5 milioni, sarà ripetuta.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui