Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Sottopasso ferroviario chiuso

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

19

mar

2013

Pompe idrauliche in tilt a Marghera. Fontanazzi in Riviera del Brenta

MARGHERA. In zona industriale a Porto Marghera i problemi sono stati tutti di natura idraulica. La pioggia incessante, che è caduta per oltre 20 ore, unitamente alla cattiva gestione delle rete di scolo delle acque bianche, ha infatti provocato allagamenti delle strade e di alcuni sottopassi. A creare non pochi problemi ai pendolari è stata l’impraticabilità per molte ore del sottopasso pedonale della stazione di Porto Marghera, dove sono andate in tilt le pompe di sollevamento. Molti pendolari hanno lamentato disagi e la difficoltà di raggiungere i binari dall’altro lato della linea ferroviaria. Problemi anche in via delle Industrie, in zona Fincantieri, dove un tratto di viabilità è rimasta allagata, con problemi soprattutto nell’orario di uscita degli operai, dopo le 17.

La pioggia ha provocato anche il dissesto di parte del manto stradale, alcune centinaia di metri più avanti, sempre in via delle Industrie, dove sono in corso i lavori in corrispondenza del passaggio a livello, con grosse voragini sulla strada. Allagamenti estesi e rallentamenti al traffico anche in via della Pila e in via dei Petroli. Strada allagata e pericolose voragini anche in corrispondenza di via dell’Elettricità, vicino alla rampa Rizzardi e traffico sostenuto nelle ore di punta del mattino e del tardo pomeriggio.

Tanta preoccupazione anche in Riviera. ll Brenta nel pomeriggio ha raggiunto livelli ragguardevoli a Bojon di Campolongo Maggiore e Sandon di Fossò. Si sono registrati anche episodi di fontanazzi, cioè acqua che dal fiume è riemersa nei campi circostanti. La situazione in serata però è cominciata a migliorare sensibilmente. Anche il Naviglio del Brenta, il Novissimo e il canale Taglio hanno raggiunto livelli importanti, ma non si è mai verificato un pericolo di tracimazione. Oltre limiti di guardia fino alle 16 invece era il tratto dell’idrovia che costeggia a Gambarare la bretella Mira Lanza . Ha destato viva preoccupazione lo scolmatore di Malcontenta. Problemi di allagamenti in via Valmarana a Mira Porte e in alcune strade di Dolo a ridosso dell’area del vecchio campo da calcio.(f.d.g. e a.ab.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui