Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRA –

«Siamo contrari alla Romea commerciale ed il Cipe ha fatto bene a rinviarne l’approvazione. Speriamo che il progetto venga riconsiderato».

L’assessore all’Urbanistica di Mira Luciano Claut commenta soddisfatto la decisione del Cipe di rinviare l’approvazione del progetto preliminare della superstrada a pedaggio Mestre-Orte, cioé la Romea commerciale.

«Non è un mistero che siamo preoccupati e contrari a quest’opera – spiega Claut -, così come molti comitati di cittadini. Si tratta di una vera e propria autostrada che si affianca all’attuale Romea senza considerare i miglioramenti, le capacità e la messa in sicurezza dell’attuale tratto Veneto della Romea, in sintesi quelle che sono le ragionevoli alternative, meno costose e impattanti, del miglioramento di ciò che già esiste».

Ogni decisione ora passa al nuovo Governo che dovrà fare scelte precise.

«Spero che il futuro Governo – conclude l’assessore Claut – metta in atto uno studio sui miglioramenti possibili del tracciato esistente, in modo che possa già costituire uno strumento efficace di sviluppo e di integrazione dei territori attraversati».

(l.gia.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui