Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

PRESIDENTE Moreno Marangoni

VENEZIA – «Ci vuole tanto a capire che non c’è bisogno di ulteriori nuove case?» A dirlo è il presidente degli agenti immobiliari Fiaip del Veneto, Moreno Marangoni, all’indomani delle polemiche per il “blocco del mattone” nei comuni a rischio alluvione e per quelle suscitate dal nuovo Pat di Asolo.

«Di fronte a notizie di questo genere, ribadiamo il recupero del patrimonio edilizio esistente come via da percorrere anche per la ripresa del mercato immobiliare».

Secondo i dai di Legambiente le case vuote nel solo Veneto sarebbero 400mila e sono destinate ad aumentare: le case sfitte, o non più abitate, sono cresciute del 21% negli ultimi 10 anni.

«La curva demografica è in discesa, la crisi in salita – dichiara Marangoni – La Regione Friuli dà contributi per le ristrutturazioni, noi cosa facciamo? Stiamo a guardare, mentre qui non si riesce a comprar casa e neanche a venderla. Da lungo tempo la nostra Federazione ha avviato una politica volta a valorizzare il patrimonio edilizio esistente, suggerendo alle istituzioni locali di dare agevolazioni ai privati che vogliano riattare l’alloggio».

Magari abbattendo molti obbrobri del passato,

«con interventi volti a migliorarne la classe energetica, la vivibilità, senza che vengano sacrificate ulteriori aree. La nostra proposta è rivitalizzare le aree urbane esistenti senza ulteriori lottizzazioni».

Oggi a Mestre Fiaip Veneto presenterà i dati dell’Osservatorio Immobiliare Regionale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui