Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – L’Ance Veneto “Piena sintonia con il Ptrc”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

17

apr

2013

VENEZIA – I costruttori veneti rappresentati dall’Ance sottolineano che «la filosofia del Ptrc» illustrata dal vicepresidente della giunta regionale Marino Zorzato «corrisponde» alla loro idea di sviluppo urbanistico, se – rilevano – «servono meno vincoli burocratici per poter operare sul patrimonio esistente». Il teorema espresso dal vice presidente Zorzato, «in campagna solo ristrutturazioni, in città via libera allo sviluppo verticale», spiega il presidente dell’Ance Luigi Schiavo, «è condivisibile e risponde in larga misura all’idea di sviluppo urbanistico che l’Ance, l’associazione regionale dei costruttori edili, sostiene da tempo. L’auspicio a questo punto», prosegue Schiavo, «è che l’indirizzo contenuto nel Ptrc non rimanga solo una linea di pensiero filosofica. Stando alla legislazione vigente, infatti, la concentrazione degli interventi nelle aree urbane risulta molto difficoltosa e densa di ostacoli senza l’avvio di una massiccia opera di semplificazione che riveda l’alta densità di passaggi burocratici richiesti. Occorrono norme che facilitino la demolizione e la ricostruzione, il cambio di destinazione d’uso in quelle aree produttive cresciute in aree urbane e oggi dismesse, servono meno vincoli e passaggi a vuoto». «È necessario, inoltre» conclude l’Ance del Veneto, «rendere vantaggioso questo tipo di investimenti anche in termini fiscali e attraverso un meccanismo di incentivazione economica alle aziende e ai privati».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui