Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Sindaci e amministratori dei comuni della Riviera saranno in prima fila sabato 27 aprile, alle 10.30, per protestare contro la realizzazione dell’elettrodotto aereo da 380 kw. progettato da Terna lungo l’asse dell’idrovia Padova-Venezia. Sarà l’ultimo atto prima dell’udienza del 30 aprile davanti al Consiglio di Stato, la cui sentenza metterà la parola fine alla contrapposizione tra Terna e quanti dal 2008 si oppongono alla realizzazione dell’elettrodotto.

«Andrebbe a rovinare in modo irreparabile, la qualità della vita, il valore turistico storico culturale della Riviera oltre che compromettere la salute dei cittadini. La buona riuscita della manifestazione di sabato 27 aprile potrà costituire una ulteriore documentazione da unire all’istanza dell’annullamento del decreto di autorizzazione»,

sottolinea Damiano Zecchinato, sindaco di Vigonovo e presidente dei sindaci dei comuni della Riviera del Brenta. Il ritrovo dei partecipanti (invitati ad arrivare in bicicletta) è alle 10.30 a Vigonovo, nelle vicinanze della passerella di barche sull’idrovia, che congiunge da nord via Sagredo e da sud via Galilei. Formeranno una catena umana lungo l’asse idroviario dove è prevista la realizzazione dell’elettrodotto. Alla manifestazione saranno presenti anche le amministrazioni di Mira, Mirano, Spinea e Scorzè, interessate da un altro ramo dell’elettrodotto, nonché i comitati.

(V.Com)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui