Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Casale. Spettro Mestrinaro sulla nuova discarica

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

21

apr

2013

CASALE – Coro di “no” all’impianto della Coveri consocia dell’impresa di Zero Branco

Sul territorio di Casale incombe ancora il pericolo della discarica Coveri per rifiuti speciali di derivazione industriale. Mercoledì tornerà a riunirsi la commissione regionale Via (valutazione impatto ambientale) per prendere una decisione. Le precedenti due sedute del Via si erano concluse con altrettanti rinvii. Mercoledì si saprà se in via delle Grazie a Lughignano verrà realizzato il mega impianto di smaltimento da 315mila tonnellate, alto 15 metri rispetto al piano campagna, che occupa una superficie di 10 ettari di terra di cui 5 coperti. Ieri la Giunta di Casale con in testa il sindaco Stefano Giuliato ha promosso un incontro per fare il punto della situazione. Fuori del Centro sociale un grande striscione “Adesso basta. Non vogliamo rifiuti tossici a Casale”. Il riferimento è al recente blitz dei carabinieri del nucleo operativo ecologico (Noe) che hanno messo sotto sequestro una grande quantità di rifiuti inquinati da metalli pesanti della ditta Mestrinaro, che risulta essere consocia della Coveri.
«L’inchiesta della magistratura sull’attività della Mestrinaro legata alla Coveri ci preoccupa molto», ha confermato il sindaco Giuliato. Che ha aggiunto:

«Ribadisco che il Comune di Casale era e resta schierato contro la discarica. Ci sorprende la nuova riunione del Via in assenza del parere dell’avvocatura regionale, com’è stato richiesto nell’incontro del 6 marzo».

Il consigliere regionale Diego Bottacin ha ricordato che l’art.32 della legge regionale impedisce di aprire una discarica nel territorio dove esiste già un impianto di smaltimento, quello dismesso e posto sotto sequestro in via del Carmine a Conscio. Basterà alla commissione Via per bocciare la discarica della Coveri?

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui