Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Fossalta, Un “biscione” contro la Tav

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

28

apr

2013

Parte da Fossalta la nuova campagna informativa del comitato portogruarese contro l’alta velocità

STRISCIONE – Il “biscione” è uno striscione di oltre 5 metri

I No Tav in tour per “smascherare” il progetto dell’Alta Velocità. Parte oggi, all’interno della manifestazione “Alternattiva” di Fossalta di Portogruaro, il “Biscione itinerante” del Gruppo No Tav di Portogruaro. Un’iniziativa che, spiegano i promotori, mira ad informare e sensibilizzare la cittadinanza sul progetto dell’alta velocità da Venezia alla città del Lemene.

«La mancanza di un vero dibattito pubblico che entri nel merito della questione – spiegano gli attivisti del Gruppo – ha fatto sì che sull’argomento regnino ancora sovrane disinformazione e confusione».

Il “Biscione itinerante”, uno striscione lungo 5 metri e mezzo con disegnato un treno ad alta velocità, oltre ai dati e i numeri riguardanti il progetto Tav Venezia-Portogruaro, attraverserà in lungo e in largo i territori interessati dal tracciato per essere a contatto diretto con la gente e offrire a tutti un’occasione di informazione su ciò che è già iniziato a succedere nel territorio.
Dopo Fossalta di Portogruaro, l’iniziativa verrà proposta il 1. maggio a La Salute di Livenza e dal 4 a 9 giugno a Cintello di Teglio Veneto, nell’ambito della manifestazione “Eticamente”. Nel corso dell’estate lo striscione farà due tappe a Mestre per poi riapprodare a Portogruaro in ottobre. Altre date saranno pubblicate di volta in volta sul blog del Gruppo No Tav e sulla pagina Facebook.

«Proprio perché consideriamo la corretta informazione un elemento imprescindibile affinché ogni cittadino possa partecipare attivamente alla vita del territorio – concludono al gruppo No Tav – proponiamo a tutte le associazioni, comitati, gruppi parrocchiali, partiti e varie realtà presenti nel territorio di ospitare il “Biscione itinerante” all’interno delle proprie iniziative».

Teresa Infanti

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui