Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Marghera, No ad Alles, Dal Corso scrive a Zaia

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

28

apr

2013

Chiesto un incontro urgente al governatore veneto: «Inspiegabile l’ok alla Mantovani»

La protesta contro il potenziamento dell’impianto di Alles spa a Malcontenta si muove su due binari. Da un lato un’assemblea cittadina, promossa per martedì 7 maggio alle 20.30 in Municipio a Marghera, dall’assemblea permanente contro il rischio chimico. Dall’altro, quello del confronto istituzionale: il presidente della Municipalità Flavio Dal Corso, infatti, ieri ha inoltrato una lettera al presidente regionale Luca Zaia per chiedere alla sua Giunta di incontrare una rappresentanza municipale.

«Ci appare inspiegabile – scrive Dal Corso a Zaia – come siano state accolte tutte le richieste di Alles che è una società del gruppo Mantovani sotto inchiesta.»

Dal Corso fa presente a Zaia come l’autorizzazione regionale

«costituisce un rischio concreto per Porto Marghera di divenire nuovamente polo d’attrazione per attività pericolose e inquinanti. Riteniamo tale decisione inaccettabile, grave e pericolosa per la salute dei cittadini e dei lavoratori della zona industriale e in contrasto con la prospettiva del rilancio del polo di Porto Marghera con attività pulite, prospettiva sostenuta a parole anche dalla Regione».

L’assemblea permanente, intanto, chiama a raccolta tutti i cittadini contro potenziamento di Alles.

«Non accettiamo che la nostra salute venga messa a repentaglio per garantire il business dei grandi trafficanti di rifiuti. Per questo – sollecita l’assemblea permanente – invitiamo tutti i cittadini a partecipare all’assemblea pubblica del 7 maggio per costruire le prossime iniziative di protesta.»

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui