Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE. «La Regione non ha fatto l’interesse dei cittadini». È questo il commento dell’europarlamentare Andrea Zanoni alla notizia del via libera dalla giunta di Luca Zaia all’adeguamento tecnologico della ditta Cosmo Ambiente di Noale, al confine con Salzano. Di fatto, il governo veneto ha concesso la possibilità di stoccare i rifiuti e la ditta è stata autorizzata a gestirne 21.500 tonnellate, di cui, per un massimo di 9.000 tonnellate, speciali pericolosi, facendo propri i pareri espressi dalla commissione di Valutazione d’impatto ambientale (Via). Ora la proprietà ha tempo dodici mesi per partire con i lavori, mentre la messa in esercizio provvisorio dell’impianto dovrà avvenire entro i successivi trentasei mesi dalla data di partenza del cantiere.

«Impianti come questi», spiega Zanoni che è membro della commissione Ambiente, Salute pubblica e Sicurezza alimentare del Parlamento europeo, «possono mettere a rischio la salute e la qualità della vita dei residenti della zona. La Regione ha dato il via libera a una potenziale minaccia ambientale, perché il progetto si svilupperà in un’area ad alto rischio idraulico. Ho sempre sostenuto e appoggiato le battaglie dei cittadini e a gennaio ero al loro fianco per dire ancora una volta “no”. È una decisione che va contro le indicazioni dell’Europa e credo si debba lavorare per cercare soluzioni compatibili e non pericolose per la nostra salute».

Alessandro Ragazzo

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui