Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

APPELLO AL SINDACO

«Il tram non può stravolgere Santa Marta e farlo diventare un quartiere di terraferma. Deve essere uno strumento per migliorare il trasporto pubblico non per regalare al porto nuove aree, stazione passeggeri e parcheggi».

Gli abitanti di Santa Marta e San Basilio fanno appello al Comune affinché «le istanze dei cittadini siano ascoltate».

«Gli assessori Bergamo, Micelli e Maggioni si sono impegnati pubblicamente in assemblea a garantire un percorso partecipato», scrivono in un volantino diffuso in questi giorni, «dunque chiediamo di sospendere la firma dell’accordo di programma con il Porto fino alla definizione di alcuni punti preliminari importanti».

Il primo riguarda il capolinea della linea tranviaria. Secondo gli abitanti non dovrebbe arrivare fino a San Basilio, ma fermarsi alla chiesetta, per non precludere l’accesso all’acqua del quartiere e l’uso pubblico di quella parte di città. Per anni isolata dal porto con un muro, adesso finalmente riaperta con gli studenti dell’Università. L’area lungo il canale della Giudecca, scrivono i residenti,

«va interamente pedonalizzata».

Già oggi auto di servizio del Porto e delle forze dell’ordine passano a pochi metri dalle sedi universitarie e in riva alla laguna. Un progetto, quello del tram, che va sostenuto, ma ridefinito, concludono gli abitanti.

«Quale sarà l’impatto della nuova stazione passeggeri e dei parcheggi e della stazione di arrivo sul canale della Giudecca? E’ una parte di città preziosa e va salvaguardata».

(a.v.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui