Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

L’Assemblea Permanente Contro il Rischio Chimico ha organizzato per questa sera – alle 20.30 in municipio a Marghera (piazza Municipio) – un’assemblea pubblica contro il decreto firmato dal governatore del Veneto, Luca Zaia, che autorizza il revamping (potenziamento) degli impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti pericolosi di Alles spa (gruppo Mantovani) in via dell’Elettronica a Marghera.

Grazie al via libera della Commisisone Via e della Giunta regionali, negli impianti di Alles si potranno trattare rifiuti tossico-nocivi di 70 tipologie diverse, tra cui rifiuti speciali pericolosi, facendone arrivare anche dall’estero e da tutta Italia.

«Come abitanti di questo territorio» spiega un comunicato dell’Assemblea Permanente «non accettiamo che la nostra salute venga messa a repentaglio per garantire il business dei grandi trafficanti di rifiuti. Chi vive a Marghera e d’intorni sta già pagando un prezzo sanitario altissimo in termini di malattie per l’inquinamento. A Marghera vogliamo le bonifiche non i rifiuti. L’oltraggio del presidente della Giunta regionale, Luca Zaia alla nostra città non passerà, impediremo ai camion carichi di rifiuti tossici di arrivare a Marghera. Bloccare questo progetto è ancora possibile, la lotta vincente contro l’altro progetto di riapertura dell’inceneritore di rifiuti tossici SG31 ne è la dimostrazione».

«La Giunta regionale ha accordato a Mantovani spa, proprietaria di Alles spa» continua il comunicato stampa «di lucrare sulla nostra pelle, aumentando le polveri sottili e l’inquinamento acustico del 30 per cento».

L’Assemblea Permanente di Marghera invita tutti i cittadini a partecipare all’assemblea pubblica.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui