Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPONOGARA. La giunta di Camponogara vota contro la delibera per il mantenimento degli uffici del giudice di pace a Dolo. Mentre il sindaco Gianpietro Menin ha dichiarato pochi giorni fa che il suo Comune era favorevole alla permanenza del servizio a Dolo. Il voto contrario è arrivato da tutto il Consiglio con l’esclusione della Lega Nord che si è astenuta. Il servizio avrebbe previsto per il Comune di Camponogara un contributo di circa 15mila euro, cifra considerata dai tecnici improponibile per le casse comunali. «Le delibere di molti Comuni che sono d’accordo con il mantenimento del giudice di pace a Dolo», ha dichiarato l’assessore al Bilancio Antonio Fusato, «sono nulle perché non hanno il parere dei tecnici». Il sindaco ha inoltre precisato che i cittadini di Camponogara utilizzano il servizio raramente perché «è utilizzato prevalentemente per contestare multe». In realtà il giudice di pace ha moltissimi ambiti, a cominciare dalle cause civili come il recupero crediti fino a cinquemila euro o i sinistri stradali.

(d.mas.)

link articolo

 

  1. 1 Comment

    • Elisa Vigolo says:

      Sono Elisa Vigolo, consigliere comunale di Camponogara per il gruppo Lega Nord. Vorrei precisare, in quanto nell’articolo non è spiegato, che ci siamo astenuti in quanto il sindaco Menin ha indetto una seduta consiliare a termini scaduti (il ministero richiedeva infatti un voto dei consigli comunali entro il 29 aprile scorso) e avevamo inoltre proposto una modifica al testo riprendendo la delibera di Fiesso D’Artico con la quale il consiglio accettava la convenzione con la clausola di non sforare il patto di stabilità, clausola che avrebbe permesso a Camponogara di votare a favore ad occhi chiusi. Trovo un errore aver rinunciato al Giudice di Pace, servizio utilissimo per i cittadini e molto efficiente rispetto alla media italiana. Inoltre, obbligando i cittadini ad andare a Venezia (Rialto) si ignorano completamente le pari opportunità perché si nega l’accesso a disabili, anziani e donne con bambini piccoli. Questo è il nostro pensiero. Cordiali saluti, Elisa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui